Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il percorso del nuovo testo del Pgt a Bergamo: dall’urbanistica al welfare

Il Piano di Governo del Territorio desta perplessità tra le opposizioni, che parlando di "tecnici forestieri" e di "volumetrie al buio": la replica degli assessori

La città verso il futuro: il nuovo testo del Pgt in aula
Dopo una settimana di intensa attività, la città di Bergamo si avvicina alla conclusione del dibattito sul nuovo testo del Pgt. La Giunta, rappresentata dagli assessori Marco Brembilla, Stefano Zenoni, Loredana Poli, Marcella Messina, Nadia Ghisalberti e Francesco Valesini, ha dedicato una serata per rispondere alle domande e alle osservazioni.

L’opinione delle fazioni politiche
Diverse parti politiche, dall’opposizione, hanno espresso le loro opinioni sul nuovo testo. Forza Italia, rappresentata da Gianfranco Ceci, ha sollevato dubbi sulla scelta di coinvolgere tre tecnici non bergamaschi nel Piano di Governo del Territorio “di netta marca politica di parte”. Anche la Lega, attraverso Luisa Pecce, ha espresso preoccupazioni sul piano, sottolineando l’importanza di avere chiarezza su ogni aspetto del documento, “votato al buio, perché non garantisce la perfetta conoscenza della destinazione d’uso e delle volumetrie e, in più, manca la comprensione sull’ultima stesura dopo l’approvazione della Vas”.

Urbanistica e cultura: la visione degli assessori
L’assessore Loredana Poli ha messo in luce l’importanza della pianificazione urbanistica, sottolineando come il Pgt guardi all’interazione tra cittadini e servizi, in particolare tra scuole e servizi sociali. D’altro canto, l’assessore Nadia Ghisalberti ha esaltato il ruolo della cultura come elemento centrale nella rigenerazione urbana, menzionando vari progetti di riqualificazione – Daste alla Celadina, l’ex Convento del Carmine a Bergamo Alta e la nuova GAMeC nell’ex palasport – come esempi di successo.

Welfare comunitario e generativo: la prospettiva dell’assessore Messina
L’assessore Marcella Messina ha sottolineato l’importanza di adottare un modello di welfare che tenga conto delle esigenze della popolazione invecchiata. Si è parlato dell’importanza di potenziare i servizi domiciliari e di introdurre soluzioni innovative, come l’App Argentovivo, per coinvolgere un numero maggiore di anziani.

Riqualificazione urbana: l’approccio dell’assessore Valesini
Francesco Valesini, assessore alla Riqualificazione Urbana, ha discusso dell’importanza di avere una visione politica chiara e ben definita per il futuro della città. Ha risposto anche alle critiche sul piano, sottolineando l’importanza del coinvolgimento di esperti nella sua redazione e della cooperazione tra diversi enti nella sua implementazione.

Conclusione
Mentre Bergamo si avvicina alla definizione del suo nuovo testo del Pgt, è chiaro che la città guarda al futuro con una visione integrata che tiene conto dell’urbanistica, della cultura e del welfare dei suoi cittadini. Con diverse voci e opinioni in gioco, il dibattito rappresenta un momento cruciale per definire la direzione che la città prenderà nei prossimi anni.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Una delle due nuove vasche nel progetto al posto della palestra: le opposizioni chiedono un...
Le quasi 268 contravvenzioni al giorno nel 2023 per accessi non consentiti inducono l'amministrazione comunale...
Quarta per la lotta all'evasione ma prima per efficienza pro capite: il contrasto all'evasione premia...
Bergamo Tomorrow