Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Via Novelli, la fibra ottica arriva solo al marciapiede: “Il Comune non ha competenza”

In via Novelli, nel cuore della città, un caso singolare solleva questioni sulla responsabilità nell’installazione della fibra ottica. Un abitante del luogo, nonostante la presenza della rete OpenFiber fino al marciapiede di fronte al proprio edificio, si trova nell’impossibilità di accedere a questo servizio essenziale.

Il lettore in questione, dopo aver richiesto l’allaccio alla rete e aver ricevuto un rifiuto, ha segnalato la problematica anche sui social. La risposta è stata sorprendente: la fibra ottica, pur presente all’esterno, non arriva all’interno del palazzo. Secondo quanto riferito, la realizzazione dell’ultimo tratto di collegamento sarebbe responsabilità del Comune. Tuttavia, Marco Brembilla, l’Assessore ai Lavori Pubblici, ha chiarito che tale onere non rientra nelle competenze comunali.

In questo contesto, emerge una discrepanza: chi dovrebbe occuparsi dell’installazione finale della fibra all’interno degli edifici? Le informazioni a disposizione suggeriscono che tale responsabilità potrebbe ricadere sul condominio o sull’operatore stesso.

L’amministratore del condominio, interpellato dal cittadino, ha provveduto a inoltrare una richiesta di chiarimenti, rimasta però senza risposta per circa un mese. Di fronte a questo silenzio, il lettore ha deciso di agire come “libero cittadino”, sperando in una risoluzione più celere.

Il quesito che si pone è doppio: quanto tempo impiegherà chi di dovere a completare questa installazione, se ne è responsabile? E perché non vi è menzione di queste problematiche in alcuna comunicazione ufficiale? Questa situazione di incertezza e mancanza di trasparenza, come sottolineato dal cittadino, rischia di trasformarsi in una vera e propria “presa in giro” per i consumatori, i quali si trovano coperti sulla carta, ma privi di servizio nella realtà.

Questo caso di via Novelli solleva un interrogativo più ampio sulla chiarezza delle responsabilità in ambito di infrastrutture tecnologiche, soprattutto in un’epoca in cui l’accesso a Internet è diventato fondamentale. La risposta a questo interrogativo non solo influenzerà la vita quotidiana dei residenti di via Novelli, ma potrebbe anche tracciare una linea guida per situazioni simili in altre aree urbane.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Devozione plurisecolare e abilità artigianale si fondono nell'apparato del Triduo in Basilica a Gandino ...
Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Bergamo Tomorrow