Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Elezioni amministrative 2024: cosa attendere nei 164 Comuni della bergamasca

Ben 164 Comuni della provincia di Bergamo si preparano per le elezioni amministrative. Scopri chi sono i principali protagonisti e le sfide in vista.

Il 2024 segnerà un momento importante per la provincia di Bergamo, poiché 164 Comuni si preparano per le elezioni amministrative. Questa tornata elettorale, che si svolge ogni cinque anni, avrà un impatto significativo sulla gestione dei Comuni orobici, rappresentando la stragrande maggioranza di essi.

Elezioni amministrative Bergamo: cosa aspettarsi

Tra questi, troviamo il capoluogo Bergamo e altre quattro realtà con una popolazione superiore ai 15.000 abitanti: Albino, Dalmine, Seriate e Romano di Lombardia. Ma la lista comprende anche numerosi Comuni di dimensioni medie, piccole e addirittura piccolissime, come il minuscolo paese di Cassiglio, con appena 111 residenti. Sebbene la data precisa delle elezioni non sia ancora stata ufficialmente stabilita, sembra probabile che coincideranno con le elezioni europee, programmate per domenica 9 giugno (con una cornice consentita tra il 6 e il 9 giugno). Questa scelta di un “election day” unificato è pratica comune in Italia da oltre dieci anni, poiché permette di ridurre i costi e favorisce una maggiore partecipazione elettorale. Qualsiasi eventuale ballottaggio si terrà due settimane dopo, il 23 giugno. L’elenco dei Comuni bergamaschi pronti per le elezioni offre un quadro attuale della situazione. Tuttavia, è importante notare che se altri Comuni dovessero incorrere in commissariamenti nei prossimi mesi, la lista potrebbe allungarsi.

Ad esempio, c’è già un paese, Ambivere, che si prepara al voto sotto la guida di un commissario, a seguito delle dimissioni del sindaco Silvano Donadoni a causa di tensioni con la maggioranza. Altre tre realtà, Lenna, Scanzorosciate e Onore, si preparano alle elezioni con un vice sindaco “facente funzioni” al timone, dopo che i loro sindaci sono stati eletti in consiglio regionale nel febbraio precedente Per quanto riguarda i sindaci uscenti, 35 di loro non potranno più candidarsi, tra cui quelli di Bergamo, Seriate, Romano, Albino, Treviolo, Castelli Calepio e Bonate Sopra, i Comuni più popolosi. Tuttavia, la maggior parte dei sindaci in carica avrà l’opportunità di concorrere per un secondo mandato, o addirittura un terzo in caso di paesi con meno di 5.000 abitanti. Infine, si è discusso a lungo della possibilità di estendere il terzo mandato a tutti i Comuni o almeno a quelli con una popolazione fino a 15.000 abitanti, ma non ci sono sviluppi concreti in questa direzione. Nel frattempo, ci sono 17 sindaci uscenti che stanno completando il loro terzo mandato consecutivo, con alcuni di loro al comando del proprio paese per quasi 15 anni. Inoltre, il 20% dei sindaci uscenti sono donne, in linea con la media della provincia di Bergamo. Nel complesso, ci sono diverse sfide e opportunità in vista delle elezioni amministrative del 2024, e i movimenti pre-elettorali nei paesi e nei gruppi stanno iniziando a prendere forma in vista della grande tornata elettorale dell’anno prossimo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bergamo Tomorrow