Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Nuovo palasport, i costi salgono: il dibattito a Palafrizzoni

Il nuovo impianto sportivo in progettazione a Bergamo, destinato a sorgere al posto del Palacreberg, sta attirando molta attenzione a causa di una variazione sostanziale nel budget. Le previsioni iniziali dello studio di fattibilità indicavano una spesa totale di 9,3 milioni di euro. Tuttavia, i dati più recenti indicano un aumento significativo, portando il costo a 13,5 milioni di euro.

Il quadro finanziario del palasport

La divisione delle spese tra il settore privato e quello pubblico ha subito delle modifiche rispetto alle previsioni iniziali. L’investimento da parte dell’operatore privato è salito da 6,3 milioni a 8 milioni di euro, comprendendo un milione destinato al progetto tecnico. Allo stesso tempo, il contributo del Comune è aumentato da 3 a 5,5 milioni di euro. Il vicesindaco Sergio Gandi ha spiegato che, per coprire l’aumento dei costi, verrà stipulato un mutuo da 2,2 milioni di euro con il credito sportivo, la cui istruttoria è attualmente in corso.

Reazioni e dibattiti

La variazione di bilancio ha suscitato reazioni contrastanti in Consiglio comunale. Sebbene la proposta sia stata approvata con 19 voti favorevoli, 8 membri dell’opposizione hanno votato contro. Nel corso del dibattito, sono emerse preoccupazioni riguardo alla tempistica del progetto. Ci sono dubbi, in particolare, espressi dal leghista Enrico Facoetti, sull’effettiva possibilità di concludere i lavori in tempo per la prossima stagione sportiva, prevista per settembre 2024. Gandi, tuttavia, ha cercato di placare le preoccupazioni, sottolineando che tutto è sotto controllo.

Sfide future e prospettive

Oltre alle questioni finanziarie, il dibattito in consiglio ha toccato altri temi sensibili. È stata sollevata la questione della sicurezza, con alcune voci che chiedevano interventi specifici per affrontare problemi di degrado in alcune aree della città. In particolare, c’è stato un acceso scambio di opinioni sulla situazione del parco avventura alla Malpensata e sul suo possibile futuro, in tema di sicurezza, tra il consigliere leghista Alessandro Carrara e l’assessore al Verde pubblico Marzia Marchesi (“Va bene la sorveglianza, ma chiuderlo non risolverebbe il problema”).

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Fiamme sprigionate dai locali lavanderia e domate entro un'ora: al Policlinico San Pietro la gestione...
Bergamo Tomorrow