Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Acqua del Sacro Speco di Caravaggio ritorna potabile

L'acqua del Sacro Speco è nuovamente sicura per il consumo dopo mesi di analisi

L’acqua della fonte del Sacro Speco al Santuario di Caravaggio, nota per la sua storia legata a eventi miracolosi, è stata dichiarata nuovamente potabile. Dopo un periodo di quattro mesi, nel quale era stato sconsigliato bere l’acqua per via di un gusto alterato, il rettorato del santuario ha confermato la sicurezza dell’acqua per i fedeli e i visitatori.

Il cambiamento nel sapore dell’acqua, percepito come più ferroso, aveva generato preoccupazioni tra i visitatori e il personale del santuario. Questo ha portato a una serie di controlli e analisi accurate, che hanno concluso l’assenza di sostanze nocive. Inoltre, sono stati sostituiti i filtri della fonte per garantire la purezza dell’acqua.

Questo annuncio arriva in un momento cruciale, dato che il periodo di massima affluenza di pellegrini si protrae fino al 26 maggio, data in cui si celebra la festa dell’apparizione della Vergine. La possibilità di bere nuovamente l’acqua del Sacro Speco è un sollievo per i numerosi devoti che visitano il santuario, molti dei quali portano a casa l’acqua come ricordo sacro.

Secondo la tradizione, fu la Vergine Maria nel 1432 a far sgorgare per la prima volta quest’acqua per soccorrere la Beata Giannetta, rendendo la fonte un simbolo di speranza e fede. Nel corso dei secoli, l’acqua è stata attribuita proprietà miracolose e curative, aumentando il suo valore spirituale e culturale tra i credenti.

Meta Description:

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Bergamo Tomorrow