Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Le Giornate Fai d’autunno: alla scoperta di 19 meraviglie della Bergamasca

Nel weekend del 14 e 15 ottobre, 19 siti di grande interesse storico-artistico della Bergamasca, sparsi su 7 Comuni, aprono i battenti al pubblico

Le Giornate Fai d’Autunno, un evento straordinario che si tiene in tutta Italia, stanno per tornare il 14 e 15 ottobre. Due giorni per l’opportunità unica per esplorare alcune delle bellezze architettoniche che di solito sono inaccessibili al pubblico. In questo articolo, vi guideremo attraverso le affascinanti proposte di visita in provincia di Bergamo, organizzate dai volontari del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, che partecipano a questo appuntamento speciale da 12 anni.

Un patrimonio unico in 19 proposte

In provincia di Bergamo, ben 19 proposte di visita attendono di essere scoperte. Sono tutte organizzate dai volontari e dalle volontarie della Delegazione di Bergamo, dal Gruppo Giovani, dal Gruppo FAI Bassa Bergamasca e dal Gruppo FAI di Sebino e Franciacorta, oltre a includere i beni FAI come il Mulino di Bàresi e Palazzo Moroni. Queste 19 proposte di visita si estendono su 7 comuni, tra cui Bergamo, Berzo San Fermo, Predore, Roncobello, Sarnico, Spirano e Villongo.

L’Università di Bergamo: una rarità accessibile

Uno dei punti salienti di queste Giornate Fai d’Autunno è la possibilità di visitare l’aula magna dell’Università degli Studi di Bergamo. Questa struttura unica, che un tempo era la chiesa di Sant’Agostino, offre una superficie di 1000 metri quadrati e presenta 1632 tavelle del soffitto dipinte a tempera nel ‘400. Questa fusione di architettura gotica e rinascimentale è adornata da affreschi eccezionali che coprono un periodo che va dalla fine del ‘200 al ‘700. Nonostante le trasformazioni e le modifiche subite nei secoli, questa visita offre un’opportunità imperdibile per ammirare i risultati dei recenti lavori di restauro.

Berzo San Fermo: un tesoro nascosto

Berzo San Fermo, un pittoresco paese di 1.400 abitanti situato in Val Cavallina, offre una serie di sorprese. La Parrocchiale dei Ss. Fermo e Rustico ospita capolavori di Gian Paolo Cavagna, mentre la chiesa di San Giuseppe rivela la storia di una delle prime banche cattoliche bergamasche. Inoltre, questa località affascina con la sua decorazione di inizio ‘900 di altissima qualità. Muovendosi a piedi per il pianoro, si possono esplorare anche Palazzo Terzi e l’antica cappella gentilizia di Santa Maria Immacolata. Inoltre, la Chiesa di Santo Stefano offre uno sguardo panoramico sulla valle circostante, completando così l’esperienza.

Le meraviglie di Villongo

Da Berzo San Fermo, antichi sentieri conducono a Villongo, a soli 8 chilometri di distanza. Questo comune è ricco di testimonianze storiche, tra cui le chiese di San Filastro e Sant’Alessandro. Le chiese di Villongo ospitano sorprendenti dipinti sacri del XIX secolo e affreschi tardo quattrocenteschi. Lungo il percorso che collega queste due chiese, si possono ammirare residenze e palazzi costruiti da famiglie facoltose, risalenti al XVII secolo. Villa Agliardi, con le sue sale decorate e un maestoso camino, oggi ospita il Municipio. Inoltre, la cappella di San Rocco presenta gli affreschi rinascimentali del Romanino, recentemente ricollocati nella loro posizione originaria.

Predore e Sarnico: tesori FAI da scoprire

I percorsi organizzati dal Gruppo FAI di Sebino e Franciacorta conducono a Predore e Sarnico, sul lago d’Iseo, a breve distanza da Villongo. Una delle attrazioni più sorprendenti è la Motonave Capitanio 1926, attraccata a Piazza Locatelli. Ma la vera rarità sta nelle terme romane, che possono essere visitate durante questo evento straordinario. Predore offre anche l’antica Chiesa Plebana di San Giovanni Battista, che si erge nel suo centro storico ben conservato. Villa Surre a Sarnico, progettata dall’architetto Giuseppe Sommaruga nel 1912, è un altro gioiello architettonico da non perdere.

Spirano: storia e architettura nella pianura

Spirano, situata tra colline, valli e il lago, offre un’esperienza unica grazie all’impegno dei volontari del Gruppo Bassa Bergamasca. Il centro storico è caratterizzato da torri, cortili e resti di castelli che raccontano una storia di antichi conflitti e divisioni tra fazioni. Le architetture religiose, come la chiesetta della Madonna del Carmine e la chiesa Parrocchiale dei Santi Gervasio e Protasio con il suo imponente campanile, sono testimonianza di una ricca storia. Spirano è anche un luogo che riflette l’evoluzione del territorio con il cambiamento del tessuto urbano dovuto all’industrializzazione, evidenziato dalla storica realtà produttiva del Calzificio Bresciani.

Beni FAI da non perdere

Infine, non dimentichiamo i beni FAI come Palazzo Moroni a Bergamo, con le sue stanze barocche e l’affaccio sul cortile, anche se il giardino rimarrà chiuso per alcuni lavori di restauro. Il Mulino di Bàresi a Roncobello, un gioiello di architettura rurale nelle Prealpi Bergamasche, sarà aperto nel pomeriggio sia sabato 14 sia domenica 15 ottobre, prima di chiudere temporaneamente fino alla primavera 2024.

Queste Giornate Fai d’Autunno in provincia di Bergamo offrono un’opportunità unica per scoprire e apprezzare il ricco patrimonio architettonico e storico di questa regione. Grazie all’impegno dei volontari del FAI, avrai l’opportunità di visitare luoghi straordinari che altrimenti sarebbero inaccessibili, rendendo questo evento un’esperienza imperdibile per gli amanti della cultura e della storia. Non perderti quest’occasione per esplorare le meraviglie della Bergamasca!

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

auto
Il fondatore e presidente dell'Istituto Mario Negri: "La nostra salute è compromessa dall’elevato numero di...
L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
Viaggio tra le località sciistiche baciate dagli accumuli nevosi più abbondanti: tra ottimismo e rischio...
Il caleidoscopio di appuntamenti ed eventi del fine settimana inizia con un sabato a maglie...
Bergamo Tomorrow