Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Droni per le consegne: Amazon ci prova anche nella Bergamasca

Il drone delle consegne conoscerà l'esperimento pilota nelle 60 sedi italiane di Amazon: nella Bergamasca, Casirate e Cividate all'erta

Un salto nel futuro delle consegne Alla fine del 2024, l’Italia sarà testimone di un’avanzata rivoluzione nelle consegne: i droni di Amazon. Nell’evento “Delivering the future” tenutosi a Seattle, la multinazionale dell’e-commerca ha presentato il suo innovativo “MK30”, che segna l’inizio del servizio “Prime Air” nel nostro Paese. Questa nuova tecnologia mira a garantire una consegna sicura e veloce, dissipando le preoccupazioni inerenti la sicurezza del trasporto aereo dei pacchi.

Amazon e l’Italia: collaborazione crescente Amazon ha già sperimentato con successo le consegne aeree in California e Texas. Ora, la decisione di estendere tale servizio all’Europa, iniziando proprio dall’Italia e dall’Inghilterra. L’Italia, con oltre 18.000 posti di lavoro creati in più di 60 sedi, ha dimostrato di essere un partner fondamentale per Amazon. Tra le sedi, spiccano il centro di smistamento di Casirate d’Adda e il centro di distribuzione di Cividate al Piano, che insieme impiegano circa 1.500 persone.

Il drone MK30 e le sue peculiarità Tuttavia, il drone MK30 ha delle specifiche limitazioni. Può coprire solo una distanza di 24 chilometri dalla sua piattaforma logistica e può trasportare solo prodotti sotto i 2,26 chilogrammi. Ciò include articoli per la casa, prodotti per la cura personale, beni di prima necessità e tecnologici. Il drone è dotato della tecnologia “sense-and-avoid”, progettata per rilevare e superare ostacoli, garantendo così la sicurezza. Inoltre, può affrontare condizioni meteorologiche difficili e possiede il sistema “Vtol”, che gli permette decolli e atterraggi verticali.

Enti e regolamentazioni per un futuro sicuro Questa innovazione non coinvolge solo Amazon. L’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) e l’ENAV (Ente Nazionale Assistenza Volo) stanno lavorando per garantire che tutto si svolga nel rispetto delle normative e della sicurezza. L’ENAC, in collaborazione con l’agenzia europea EASA, mira a creare un quadro regolamentare per le consegne aeree di merci con droni. L’Italia, con la sua esperienza in questo settore, potrebbe ispirare e influenzare il resto dell’Europa.

Una visione rivoluzionaria Lorenzo Barbo, amministratore delegato di Amazon Italia Logistica, ha sottolineato come il programma Amazon Prime, quando lanciato, fosse considerato rivoluzionario. Con l’introduzione dei droni, Amazon si spinge ancora più avanti, cercando di consegnare i pacchi ai clienti in tempi sempre più rapidi, persino nel giro di una giornata.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Fiamme sprigionate dai locali lavanderia e domate entro un'ora: al Policlinico San Pietro la gestione...
Bergamo Tomorrow