Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il mistero del Cortile dei Canonici

Un viaggio tra le pieghe storiche della Città Alta

Nascosto tra le pieghe del tessuto urbano medievale, il Cortile dei Canonici è un tesoro celato della Città Alta. Questa gemma storica, che ha attraversato innumerevoli secoli mantenendo la sua autenticità, si trova nell’area dove un tempo risiedevano i canonici di San Vincenzo, responsabili della custodia della seconda chiesa in importanza dopo la Cattedrale di Sant’Alessandro. Oggi ci addentriamo nel mistero e nella bellezza del Cortile dei Canonici, una gemma spesso trascurata tra le meraviglie della Città Alta.

Mentre si cammina per le strade acciottolate della Città Alta, molti angoli rimangono nascosti al visitatore distratto. Tra questi, il Cortile dei Canonici occupa un posto speciale. Situato in prossimità del Duomo, è celato dalla via che si snoda tra Piazza Vecchia e via Mario Lupo. Nonostante le trasformazioni subite nel tempo, conserva tracce del suo passato glorioso, in particolare delle dimore dei canonici.

Uno dei lati del cortile mostra una maestosa parete di pietra, testimone dell’ampliamento del Duomo avvenuto nel 1459 sotto la guida del Filarete. Sul lato opposto, l’architettura del 1855 si fonde con la Cappella del Crocifisso, un’opera successiva del talentuoso Raffaello Dalpino. All’interno del cortile, sono incastonate lapidi storiche di canonici, vescovi e altri ecclesiastici, che un tempo adornavano la base del Battistero, ricostruito nel 1856 da Dalpino.

Al centro, una colonna austera si erge imponente, priva di fronzoli, evocando le memorie delle colonne erette a seguito della visita di San Carlo Borromeo nel 1575 o durante la tragica peste del 1630.

Sebbene il fluire del tempo abbia modellato molti aspetti della Città Alta, nel Cortile dei Canonici il tempo sembra essersi fermato, permettendo ai visitatori di fare un salto indietro nella storia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bergamo Tomorrow