Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Alla scoperta del turismo slow: l’esposizione alla Fiera di Bergamo

Agri e Slow Travel Expo: a Bergamo nel prossimo weekend nei padiglioni della Fiera Promoberg di via Lunga per il turismo sostenibile

Un weekend pro sostenibilità e tradizioni locali

Dal 16 al 18 febbraio, Bergamo diventa il fulcro dell’attenzione per gli appassionati di turismo lento e sostenibile grazie alla nona edizione dell’“Agri e Slow Travel Expo”. Questo evento, che si terrà nei padiglioni della Fiera di via Lunga, offre ingresso gratuito e si propone come una vetrina d’eccellenza per le vacanze rispettose dell’ambiente, i piccoli borghi, e le destinazioni che valorizzano natura, arte, cultura e tradizioni. Con la presenza di 200 espositori e la rappresentanza di 14 regioni italiane, la fiera promette oltre 150 eventi che spaziano dall’enogastronomia al cicloturismo, dalla montagna ai cammini di pellegrinaggio, mettendo in luce anche l’importanza dell’accessibilità e delle vie d’acqua.

Il turismo esperienziale al centro

L’evento si distingue per la sua enfasi sul turismo esperienziale, offrendo un ricco programma di attività che includono percorsi per biciclette gravel lungo 70 chilometri, aree attrezzate con gonfiabili, piste di sci di fondo e discesa, una parete di arrampicata e un campo base allestito all’esterno del padiglione B. Queste iniziative sottolineano il desiderio di promuovere un approccio al viaggio che privilegia il contatto con la natura e le esperienze autentiche, in linea con le tendenze attuali che vedono un crescente interesse verso il turismo lento, che valorizza sagre enogastronomiche, piccoli borghi e tradizioni locali.

Le parole degli organizzatori

Barbara Mazzali, assessore regionale al Turismo, Moda e Marketing territoriale, evidenzia l’importanza di questa manifestazione per la Lombardia, sottolineando il notevole aumento di turisti stranieri negli agriturismi, attratti dalla qualità delle strutture ricettive e dalla ricchezza delle proposte culturali e di benessere. Paolo Franco, assessore regionale alla Casa e Housing sociale, riconosce in “Agri e Slow Travel Expo” un progetto che valorizza profondamente il territorio lombardo, promuovendo le sue eccellenze a livello internazionale. Luciano Patelli, presidente di Promoberg, enfatizza il ruolo dell’evento come punto di riferimento internazionale per una nuova cultura del turismo, che pone al centro i principi del viaggiare lento e sostenibile.

Un impegno per il futuro

La Fiera di Bergamo, quindi, si trasforma in un punto di incontro vitale per tutti coloro che sono interessati a esplorare modelli di turismo che rispettino l’ambiente e valorizzino le specificità locali. “Agri e Slow Travel Expo” non è solo una mostra, ma un momento di dialogo e di scambio “business to business” tra operatori del settore e buyer italiani e internazionali, provenienti da tutta Europa. Questo appuntamento conferma l’impegno della regione e degli organizzatori nel promuovere un turismo consapevole, capace di contribuire allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
Inflazione allo 0,7% col segno più a Bergamo nel primo mese dell'anno nuovo: sotto la...
Viaggio tra le località sciistiche baciate dagli accumuli nevosi più abbondanti: tra ottimismo e rischio...
La Popolare di Sondrio risponde positivamente all'appello di metà della popolazione del paese della Valseriana:...
Piogge e nevicate fin da giovedì, ma è venerdì il giorno delle precipitazioni più intense...
19 chiusure al giorno in Italia, 50 ambulanti in meno all'anno nella Bergamasca: i commercianti...
Bergamo Tomorrow