Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

In Bergamasca, 600.000 elettori rinnoveranno sindaci e consigli comunali

164 comuni al voto, un cambiamento democratico in atto

elezioni

Nella provincia di Bergamo, si prevede un significativo rinnovamento politico con il cambiamento dei primi cittadini in 164 comunità, un evento che vedrà l’elezione di nuovi sindaci e consigli comunali.

Questo imponente processo elettorale, che coinvolgerà circa 600.000 elettori il prossimo 8 e 9 giugno, con un eventuale secondo turno il 23 giugno per alcuni comuni, rappresenta una fase cruciale per la democrazia locale. Da piccoli centri come Brumano e Cassiglio, con poco più di cento residenti, a centri più grandi e influenti come Albino, la stessa Bergamo, Dalmine, Romano di Lombardia e Seriate, che insieme costituiscono una quota significativa, il 20%, della popolazione provinciale, la portata dell’elezione è vasta.

In questa tornata, i cittadini avranno l’opportunità unica di esprimere le loro scelte non solo per le cariche locali ma anche per le europee, grazie alle nuove disposizioni approvate dal Consiglio dei Ministri che includono, tra le altre, la possibilità per i sindaci dei comuni con una popolazione tra i 5.000 e i 15.000 abitanti di candidarsi per un terzo mandato. Questa modifica normativa segue la caduta della giunta di Ambivere, guidata fino ad agosto da Silvano Donadoni, e la particolare situazione di Lenna, Onore e Scanzorosciate, dove i vicesindaci hanno assunto il comando a seguito dell’elezione dei loro sindaci nel consiglio regionale.

La composizione dei candidati sindaci mostra una presenza femminile in linea con la media della provincia, con 33 donne tra gli uscenti. Il processo elettorale prevede una diversa composizione dei consigli comunali a seconda della dimensione demografica dei comuni, da un minimo di 10 consiglieri per i centri più piccoli a 32 per Bergamo, il capoluogo.

Un focus particolare è posto sui cinque maggiori comuni, dove la competizione potrebbe portare a un ballottaggio il 23 giugno, qualora nessun candidato raggiunga la maggioranza assoluta al primo turno. La situazione dei candidati nei vari comuni presenta scenari diversi, con l’unico sindaco uscente di Dalmine, Francesco Bramani, che si ricandida, mentre in città come Bergamo la contesa vede già delineati i principali sfidanti. Questa tornata elettorale si annuncia come un momento di rilevante importanza per la vita politica e civica della provincia di Bergamo, riflettendo la vitalità e il dinamismo della democrazia locale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

carabinieri
Il giovane figlio del proprietario del ristorante ha lanciato l'allarme, accorgendosi del movimento sospetto nel...
Nuove forme di dolci conquistano il gusto e la curiosità dei cittadini...
Bergamo rinnova l'arte pubblica con il recupero del grande murale alla stazione autolinee, un omaggio...
Due licei bergamaschi celebrano le arti liberali con eventi straordinari aperti al pubblico...
Nella categoria 5 Star Wines 2024 a Vinitaly, la Tenuta degli Angeli di Carobbio ha...
Procedono le indagini per la tragica morte di Ferruccio Carminati, che mercoledì stava percorrendo via...

Altre notizie

Bergamo Tomorrow