Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La triste fine di Jony: un sogno spezzato e un destino crudele

Il giovane rumeno residente a Fara Gera d'Adda tragicamente rimasto imprigionato nel meccanismo del cassonetto degli abiti usati a Canonica

La tragedia di Costantin Romeo Antonie, conosciuto come Jony, ha lasciato un vuoto indelebile nella sua famiglia e nella comunità di Fara d’Adda. Il giovane di soli 23 anni, originario della Romania, ha perso la vita in circostanze tragiche mentre tentava di rubare abiti da un cassonetto della raccolta degli abiti usati nella piazzola ecologica di Canonica d’Adda.

Il ricordo di Jony è accompagnato da un senso di incredulità e disperazione da parte dei suoi cari. Gabriel Barzava, il cognato di Jony, lo ricorda come un giovane pieno di vita, con sogni e progetti per il futuro. “Aveva solo 23 anni e tutta una vita davanti: sognava di avere una casa tutta sua e invece è morto in questo modo così assurdo”, dichiara con gli occhi lucidi.

La notte della tragedia, Jony si era introdotto nella piazzola ecologica per cercare qualche vestito da portare a casa. Tuttavia, il suo tentativo si è trasformato in una trappola mortale quando è rimasto imprigionato nel meccanismo di chiusura del cassonetto giallo.

Jony, che lavorava saltuariamente come muratore, era in Italia da cinque anni e condivideva una casa con un amico connaziolae. Aveva grandi speranze per il futuro e desiderava costruirsi una vita stabile e indipendente. “Anche lui sognava di avere presto una casa tutta sua”, rivela il cognato.

La famiglia ha deciso di riportare Jony in Romania, a Târgu Jiu, per i funerali. La notizia della sua morte ha scosso profondamente i suoi cari, che ora si preparano a dare l’ultimo saluto al loro amato Jony.

Martedì 7 maggio, i Carabinieri hanno inviato tutti gli atti dell’indagine alla Procura, che dovrà aprire un fascicolo per indagare sulle circostanze della morte di Jony e disporre l’autopsia. La comunità di Fara d’Adda è unita nel dolore per la perdita di un giovane così promettente, vittima di un destino crudele e inaspettato.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I militari suonarono al citofono, ma non ottenendo risposta, registrarono l’assenza di Cavaliere, ipotizzando una...
incidente
Sentenza figlia del patteggiamento per la donna che investì in auto un novantunenne in bicicletta:...
Villaggio Nerazzurro, la novità della cronoscalata fino a San Vigilio e le ultime iscrizioni per...
La ciclopedonale della ValSeriana e la bici protagoniste insieme a 680 alunni di 26 scuole...
polizia
Un cittadino italiano residente in Cina tra le vittime: costretto a pagare 117.500 euro. La...

Altre notizie

Bergamo Tomorrow