Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Napolitano, la visita a Bergamo e quei fiori per Morosini

Di Giorgio Napolitano, undicesimo Presidente della Repubblica Italiana, Bergamo ricorderà la visita per il 150° dell'Unità e i fiori per Piermario Morosini

Giorgio Napolitano, spentosi ieri nella Capitale a 98 anni, a Bergamo e da Bergamo si fa ricordare principalmente per due circostanze lungo i quasi 9 anni di mandato da Presidente della Repubblica. La prima è la visita ufficiale il 2 febbraio 2011 in occasione del centocinquantesimo dell’Unità d’Italia. La seconda è la corona di fiori inviata al funerale di Piermario Morosini a Monterosso, il 19 aprile 2012.

Napolitano e Morosini

Lo sfortunato centrocampista, primi calci nella polisportiva del quartiere, quindi giovanili nell’Atalanta in cui vinse nel 2002 il titolo Allievi Nazionali, era morto 5 giorni prima in campo a Pescara indossando la maglia del Livorno. La sua sesta nella carriera da senior senza aver mai potuto esordire in nerazzurro, dopo Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina e Padova. La sua scomparsa per quella che sarebbe stata scoperta essere una rara cardiomiopatia aritmogena non riscontrabile dagli esami medici destò un’enorme impressione. E al lutto di tutti i cittadini e gli sportivi per quel ragazzo cui erano rimaste solo la sorella disabile e la fidanzata partecipò, seppur a distanza, anche Napolitano.

Incontri significativi e momenti emozionanti

Più di un anno prima, la visita istituzionale. Accolto dall’allora prefetto Camillo Andreana, dal sindaco Franco Tentorio e molti altri presenti per salutarlo. Ma è sul libro d’onore che Napolitano lasciò una traccia indelebile del suo passaggio, rendendo omaggio alla “Città dei Mille”, celebrando la sua laboriosità e produttività. Il contatto coi giovani delle scuole in Piazza Vittorio Veneto, l’omaggio alla Torre dei Caduti e al monumento del Partigiano, la presenza al Teatro Donizetti per il discorso di rito: memorie incancellabili.

Un tour attraverso la storia e la cultura di Bergamo

Nel pomeriggio, dopo la visita a “L’Eco di Bergamo”, incontrando il Consiglio di amministrazione e gli azionisti della Sesaab, accompagnato dalla moglie Clio il Presidente salì in Città Alta visitando luoghi simbolici come il Duomo e Santa Maria Maggiore. Una visita conclusa tra gli applausi del pubblico, in un clima di festa e celebrazione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il Comune offre tre serate di approfondimento cinofilo-etologico sul come rapportarsi col proprio quadrupede...
Precedente rischioso per l'amministrazione comunale trevigliese: il ricorso accolto contro 18 accessi alla Ztl sanzionati...
La pratica dello sfalcio ridotto premiante per la biodiversità e per il contenimento delle isole...
L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Il caleidoscopio di appuntamenti ed eventi del fine settimana inizia con un sabato a maglie...
Bergamo Tomorrow