Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Vittima di violenza, un appello alla solidarietà

La storia di Samuele e la lotta contro la violenza

La notte del 9 settembre, la vita di Samuele, un giovane di 30 anni, è stata stravolta da un atto di violenza ingiustificata. Mentre cercava di difendere la sua fidanzata, Gloria, da molestie, è stato brutalmente aggredito. Oggi, chiediamo il vostro aiuto per individuare gli aggressori responsabili di questa terribile aggressione.

La madre di Samuele, Rita Pagani, ha condiviso la difficile situazione in cui il figlio si trova attualmente. Oltre ai farmaci e agli antidolorifici, Samuele ha perso la vista dell’occhio sinistro ed è impossibilitato a lavorare a causa delle raccomandazioni mediche di evitare sforzi fisici. I medici hanno diagnosticato fratture gravi, richiedendo un intervento chirurgico e l’uso di protesi per svolgere attività quotidiane.

L’incidente è avvenuto intorno all’1:30 del 10 settembre, quando Samuele stava cenando al bar gelateria Vanilla. È stato allertato da un amico che segnalava che qualcuno stava importunando Gloria. Questi molestatori hanno inizialmente avvicinato Gloria in modo inappropriato, culminando in un’aggressione fisica che l’ha fatta cadere a terra.

La reazione di Samuele è stata pronta. Ha raggiunto il luogo per proteggere la sua fidanzata, ma nel caos che è seguito, è stato colpito alle spalle da un aggressore sconosciuto (si presume con una spranga, ma non è certo). Il giovane è caduto a terra, sanguinante e confuso, subendo ulteriori atti di violenza fisica.

Rita Pagani fa appello a chiunque possa fornire informazioni utili: “La sera dell’aggressione c’era molta gente in zona, ma la dinamica degli eventi complica le indagini. Samuele non ha alcun sospetto su chi possano essere stati gli aggressori. Temevamo per la vita di mio figlio quella notte e ora chiedo a chiunque abbia informazioni di contattare immediatamente le autorità competenti.”

Il nostro obiettivo principale è trovare i responsabili di questo terribile attacco e garantire che giustizia sia fatta. Ogni informazione, anche la più piccola, può rivelarsi cruciale per risolvere questo caso e portare i colpevoli davanti alla legge.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Giovane di 22 anni coinvolto in gravi reati sessuali minorili tramite piattaforma di gioco....
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Fiamme sprigionate dai locali lavanderia e domate entro un'ora: al Policlinico San Pietro la gestione...
Bergamo Tomorrow