Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La nuova guida della Biblioteca Mai: da donna a donna

Il nutrito curriculum e le variegate competenze professionali di Cristiana Iommi, una donna al comando che ne sostituisce un'altra alla guida della Angelo Mai

La città ha salutato con entusiasmo la recente nomina di Cristiana Iommi, marchigiana classe 1969, come nuova direttrice della Biblioteca Civica Angelo Mai, l’istituzione culturale pubblica più importante di tutta Bergamo.

L’eredità di Maria Elisabetta Manca

Prima dell’arrivo di Iommi, Maria Elisabetta Manca ha assolto al ruolo con dedizione e professionalità, lasciando un segno indelebile nella gestione della biblioteca. Con la sua partenza questa primavera, l’amministrazione ha sottolineato l’importanza di individuare una figura altamente qualificata, dotata non solo di competenze specifiche nel settore archivistico e biblioteconomico, ma anche di una forte capacità manageriale. Indispensabile per coordinare ricerche, progetti e iniziative, come convegni e mostre, che mirino a conservare, valorizzare ed espandere il patrimonio della biblioteca.

Responsabilità e aspettative

Il Comune di Bergamo, nel bando di maggio 2023, ha delineato le mansioni affidate a Cristiana Iommi. Oltre alla direzione della Biblioteca Civica Angelo Mai, le è stato affidato il compito di sovrintendere anche agli Archivi storici comunali. Il profilo ricercato doveva unire diverse competenze: dalla gestione di biblioteche e archivi, alla capacità di comunicare e relazionarsi con la realtà territoriale, passando per la programmazione, progettazione e gestione economica.

Il curriculum di Iommi, la donna al comando

Cristiana Iommi vanta una formazione solida e variegata. Si è laureata in Storia moderna nel 1992 all’Università degli Studi di Bologna, per poi proseguire con una serie di specializzazioni. Un Diploma universitario in Operatore Beni culturali a Macerata, un Diploma alla Scuola Vaticana per Archivisti e Bibliotecari e un Phd in Beni culturali e Patrimonio culturale all’Università di Catania.

La sua carriera accademica l’ha vista docente all’Università di Macerata dal 2001 al 2010, dove ha insegnato diverse materie legate alla catalogazione e alla classificazione di libri e risorse elettroniche. La sua esperienza professionale, iniziata nel 2010, l’ha portata a ricoprire ruoli di crescente responsabilità presso la Biblioteca Civica Romolo Spezioli del Comune di Fermo, culminati nel coordinamento di 52 biblioteche nel territorio di Ascoli Piceno e Fermo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Automobilisti che pagano regolarmente per l'abbonamento lamentano di trovarsi sempre più spesso in situazioni difficili....
L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una...
Inflazione allo 0,7% col segno più a Bergamo nel primo mese dell'anno nuovo: sotto la...
Bergamo Tomorrow