Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La rivoluzione di Daste: dal fascino del vinile alla musica elettronica

Musica, ma ancor prima memoria collettiva da collezionisti, sempre però nello stesso ambito. La città artistica e culturale nella città, l’ex centrale elettrica Daste, prosegue nella sua funzione di ricettacolo di rinascita culturale con due eventi che spaziano dalla tradizione alla modernità, connettendo generazioni di appassionati e curiosi.

La storia della musica: la Fiera del Vinile di Daste

Il 12 novembre, Daste celebra la storia musicale con una fiera del vinile, rievocando un classico del vintage in una giornata dedicata agli amanti della musica. La “Centrale dei dischi” diventa il crocevia per più di 40 espositori che, dalle 10 alle 19, propongono scambi e vendite di dischi, cd e audiocassette. Un viaggio nel tempo che si conclude con l’intrattenimento rock live di Teo Mangione e Luciano Berry, che dalle 15 porteranno in scena il loro show “Keep on Rocking”.

Daste si accende col Festival Sub Limen

A breve distanza dall’evento nostalgico, Daste si trasforma in un hub dinamico per l’avanguardia musicale con il Festival Sub Limen, dal 17 al 19 novembre. Questa celebrazione della musica contemporanea vede l’esibizione di Nziria, il talento ravennate che inaugura il festival unendo elettronica e tradizione in un mix coinvolgente. Segue Ivreatronic con un set che esplora nuove frontiere sonore, mentre la chiusura è affidata a Ginevra e la sua fusione unica di parole e ritmi elettronici.

Sostegno ai nuovi talenti

Il festival non solo ospita nomi affermati ma è anche una vetrina per i talenti emergenti, come il collettivo Fuck!Làcreme e la cantautrice indie-pop Joo. Questo evento rappresenta una preziosa sinergia culturale tra Bergamo e Brescia, come sottolineato dall’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, ed è parte di un’iniziativa più ampia per stimolare la partecipazione giovanile nel settore culturale.

Un invito alla scoperta e al coinvolgimento

Con l’obiettivo di rinvigorire l’interesse culturale, in particolare tra i giovani dopo il calo causato dalla pandemia, Daste svela il suo potenziale come centro culturale e punto di incontro per l’arte, confermandosi un luogo d’incontro e di espressione per la fascia under 35.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una...
Il caleidoscopio di appuntamenti ed eventi del fine settimana inizia con un sabato a maglie...
Piazzale Alpini, la recinzione pronta a maggio e i tre varchi: uno spazio che sarà...
Bergamo Tomorrow