Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

AlbinoLeffe, gran vittoria a Trento

Trento – A ruota di quella di Novara tre turni or sono, a Trento l’AlbinoLeffe grazie all’uno-due Borghini-Muzio coglie la seconda vittoria esterna su cinque in campionato. Apre il colpo di testa del capitano a 10′ dall’intervallo dopo la spizzata all’indietro del futuro dimezzatore dello score Petrovic, che aveva appena sbancato la capolista Mantova, sullo schema dalla bandierina sinistra Piccoli-Zanini, raddoppia la mezzala convertita in attaccante al 51′ al culmine della manovra fondo-scarico tra Munari e Zoma e nell’ultimo terzo di secondo tempo ecco il gol della bandiera girandosi in area sul sinistro a mezz’altezza sfruttando un pallone di Brevi dall’out destro che Munari non riesce ad allontanare.

AlbinoLeffe, colpaccio a Trento: la situazione

Successo preziosissimo per la formazione di Giovanni Lopez, priva di pedine fondamentali in mezzo come Brentan, ovvero il regista titolare, l’innesto della finestra estiva Giorno e il mezzodestro Doumbia. Interrotta a due la serie negativa in casa col Padova e fuori, sprecando lo sprecabile, con la Pro Sesto. 19 punti dopo 15 giornate sono un bel bottino; soddisfazione per aver visto segnare la prima volta da senior il prodotto del vivaio sul 2-0 temporaneo. In rigida alternanza casa-trasferta, ora, i 4 atti prima che cali il sipario sul girone d’andata: Pro Vercelli, Renate, Pergolettese e Lumezzane.

Primo tempo: AlbinoLeffe, un quasi monologo

Nel primo tempo seriani in kit rosso-giallo sempre in controllo e ficcanti dall’inizio. Galazzini sbaglia il controllo senza chiudere la diagonale (6′) su Piccoli, tagliante per la sovrapposizione con allungo di Gusu per un sinistro masticato e centrale. Il futuro firmatario del bis viene fermato da Garcia Tena su invito di Zoma, Agostinelli adattato a play basso al 14′ non chiude il destro di rimbalzo dalla lunga al culmine della combinazione in ampiezza Munari-Momo-Zanini-Piccoli con cross basso impattato male dall’attaccante burkinabé.
Tre angoli locali di fila producono al massimo un destro deviato di Vaglica dai 25 metri sugli sviluppi del secondo (22′), ma al 25′ Gusu sfiora il vantaggio precoce impattando con la sommità del capo il traversone di Muzio svariato a sinistra.

Altre chance in rosso-giallo

Alle soglie del 45′, le prove tecniche di raddoppio con Zanini a inserirsi col sinistro sull’asse Muzio-Piccoli sollecitando i guantoni di Russo e la stessa punta riciclata ad alzare la ribattuta. Da Di Cosmo i due sussultoni in finale di tempo, prima col cross tolto da Borghini a Petrovic nel gioco delle torri e quindi sul contrasto con Muzio, praticamente uomo-ovunque, dopo lo smistamento del terminale offensivo di casa.

La ripresa: Muzio raddoppia, Petrovic illude

Prima del bis bergamasco, Vaglica carica il mancino per evitare il recupero di Munari, l’iniziatore della controffensiva del raddoppio con Garcia Tena e l’ex Ferri (giovanili, è di Spirano) a ingannare il proprio portiere senza stoppare la traiettoria. Ferri, oltretutto, non oppone la diga allo scarico di Zoma. Alta la punizione di Zanini (12′) procurata dal fresco firmatario del gol, al 18′ botta e risposta Zoma-Terrani (18′) col primo solo a inquadrare lo specchio anche se non pericolosamente. La catena tridentina di centrosinistra Obaretin-Attys (26′) è spezzata da Milesi in scivolata e da Agostinelli, poi l’1-2 che pare riaprirla. Terrani (34′) alza il calcio franco concesso da Poletti, che a 7′ dal 90′ sgancia centralmente a piede invertito rientrando dalla destra in scia a Gusu. Al quarantesimo ritocca al regista basso di seconda (a lato) su proiezione del solo attaccante rosso-giallo a full time. L’apripista non la inquadra una seconda volta a correzione del sesto angolo e nel finale né di Cosmo né Obaretin in gioco aereo riescono a combinare granché.

Trento – AlbinoLeffe 1-2 (0-1)
TRENTO (4-3-3): Russo 5; Galazzini 5,5, Ferri 5,5 (29′ st Vitturini 6), Garcia Tena 5,5 (24′ st Barison 5,5), Vaglica 6,5 (16′ st Obaretin 6); Di Cosmo 6,5, Suciu 5,5 (16′ st Brevi 6,5), Attys 6,5; Pasquato (cap.) 5 (16′ st Anastasia 5,5), Petrovic 6,5, Terrani 5,5. A disp.: 12 Pozzer, 22 Di Giorgio; 2 Ercolani, 41 Ruffato, 42 Del Piero. All.: Bruno Tedino 5,5.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Marietta sv; Borghini (cap.) 7,5, Marchetti 6,5, Milesi 6,5; Gusu 6,5, Munari 7 (32′ st Poletti 6,5), Agostinelli 7,5, Zanini 7, Piccoli 7 (44′ st Gatti sv); Muzio 7,5 (21′ st Arrighini 5,5), Zoma 7,5. A disp.: 1 Pratelli, 72 Moleri; 2 J. Gelli, 7 Genevier, 17 Toccafondi, 42 Allieri, 48 Vinzioli, 91 Longo. All.: Giovanni Lopez 7,5.
Arbitro: Gavini di Aprilia 6,5 (Pandolfo di Castelfranco Veneto, Andriambelo di Roma 1; IV Spina di Barletta).
RETI: 37′ pt Borghini (A), 6′ st Muzio (A), 31′ st Petrovic (T).
Note: serata fredda con terreno in condizioni passabili, spettatori 1.020. Ammoniti Di Cosmo, Suciu, Obaretin e Barison per gioco scorretto, Borghini (45′ pt) e Marietta (36′ st) per perdita di tempo, Lopez (all. A) al 35′ st per proteste. Occasioni da gol 6-15, tiri totali 7-15, parati 0-6, respinti/deviati 1-2. Corner 4-6, recupero 2′ e 5′.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un pari prezioso che però non riallunga la coperta a un AlbinoLeffe in emergenza: mancano...
Blucelesti in maglia rosso-gialla ko a Legnago: e dire che solo 6 giorni prima avevano...
La Bluceleste inizia il 2024 impattando in casa senza reti con l'ambizioso Vicenza del bergamasco...

Lumezzane (Brescia) – A Lumezzane si fa male anche Gusu, il suo sostituto Toccafondi fallisce...

Meda (Monza e Brianza) – Terzo successo fuori casa, sesto totale, sorpasso in classifica al...

Negli spogliatoi del Centro Sportivo “Ambrogio Mazza” di Treviglio, la caldaia malfunzionante sta causando notevoli...

Bergamo Tomorrow