Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Minori stranieri: accordo tra Comune e Tribunale di Brescia

Un ponte tra giustizia e assistenza sociale: il Comune e la Procura uniscono le forze per gestire al meglio le procedure correlate ai Msna

Il Comune di Bergamo e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia hanno inaugurato una partnership strategica, focalizzata sul benessere dei minori stranieri non accompagnati (MSNA). Questa collaborazione, che si estenderà per due anni, prevede l’istituzione di un “Presidio del Servizio Tutela Msna” presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia.

Obiettivi e metodologia

Il fulcro di questa iniziativa è il miglioramento della comunicazione e della collaborazione tra la Magistratura Minorile e i Servizi Sociali. L’approccio si basa sull’analisi accurata dei casi individuali, assicurando che ogni minore riceva attenzioni e supporto personalizzati. Nel 2023, il Comune di Bergamo ha già assistito 474 Msna, un aumento significativo rispetto ai 358 all’anno precedente.

Il ruolo del Servizio Minori e Famiglie

La responsabilità principale del Servizio Minori e Famiglie del Comune include l’intervento sia preventivo che riparativo, inserito in un sistema di welfare integrato. Marcella Messina, assessore alle Politiche Sociali, enfatizza l’importanza della presa in carico immediata dei minori, della comprensione delle loro storie personali e migratorie, e della ricerca di comunità educative adeguate.

Il processo di supporto

Il processo di assistenza comprende diverse fasi: colloqui iniziali, elaborazione di un progetto personalizzato, ottenimento del permesso di soggiorno, e la ricerca di figure parentali o tutori affidabili. Questo metodo richiede una costante interazione con gli uffici della Procura, per garantire la condivisione e la celerità dei processi.

Importanza dell’accordo

L’accordo tra il Comune e la Procura riveste un’importanza cruciale nel contesto dell’attuale emergenza sociale. L’assessore Messina sottolinea come quest’intesa sia fondamentale per accelerare i processi decisionali e per tutelare la fragilità e la vulnerabilità dei minori, che si trovano in una condizione di estrema difficoltà, sradicati dalla loro realtà familiare e sociale.

Una risposta efficace

L’aumento significativo del numero di MSNA, specialmente dall’inizio del 2023, sottolinea l’urgenza di questo accordo. Con questa collaborazione, Bergamo si propone come un modello di risposta efficace e umana alle sfide poste dalla gestione dei minori stranieri non accompagnati, dimostrando come l’innovazione sociale possa emergere dalla sinergia tra diversi settori pubblici.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Automobilisti che pagano regolarmente per l'abbonamento lamentano di trovarsi sempre più spesso in situazioni difficili....
L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una...
Inflazione allo 0,7% col segno più a Bergamo nel primo mese dell'anno nuovo: sotto la...
Bergamo Tomorrow