Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Centro prelievi del PG23: nuove strategie contro le code

Nuovi sistemi, tra cui la pre-accettazione, per snellire le procedure e le attese al centro prelievi: il Papa Giovanni contro le code

ospedale

L’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo annuncia importanti novità per il suo Centro prelievi, introducendo un sistema di pre-accettazioni e accessi diretti per snellire le procedure e ridurre al minimo le attese. Questa innovazione arriva dopo l’installazione di un software all’avanguardia, che, nonostante alcuni iniziali intoppi tecnici, promette di rivoluzionare l’esperienza degli utenti.

Il sistema di prenotazioni e i suoi intoppi

Recentemente, i frequenti blocchi del sistema hanno causato rallentamenti e lunghe code, tali da sollevare malcontento tra gli utenti, molti dei quali hanno condiviso la loro frustrazione sui social network. Questi disagi sono stati accentuati dai problemi legati al software Siss regionale e al nuovo sistema appena messo in funzione. Tuttavia, il direttore del Laboratorio analisi chimico-cliniche dell’Asst Papa Giovanni XXIII, Maria Grazia Alessio, assicura che la fase critica è superata e che il software, essenziale per un’ampia gamma di servizi ospedalieri, è ora pienamente operativo.

Il software contro le code

Il nuovo sistema non solo gestisce il laboratorio di analisi, ma coordina anche l’ambulatorio, il Cup, e altre aree cruciali come la Microbiologia e la Procreazione assistita. Grazie a questa tecnologia, gli utenti possono prenotare prestazioni specifiche, come il pap-test, attraverso canali esterni e effettuare pagamenti tramite il circuito PagoPa. Nonostante l’addestramento richiesto per il personale e le necessarie “messe a punto”, i benefici sono già tangibili: una significativa riduzione dei tempi di attesa, con il 75% degli utenti accettati in soli 15 minuti quando gli accessi giornalieri rasentano i 600.

La pre-accettazione

Per ottimizzare ulteriormente il processo, l’ospedale introduce la pre-accettazione senza prenotazione, disponibile dalle 11 alle 14:30. Questo sistema consente agli utenti di ricevere un appuntamento specifico per il ritorno al Centro prelievi, eliminando le attese per le pratiche amministrative. Si prevedono circa 5 accessi pre-accettati per ogni slot disponibile, una strategia pensata per alleggerire le code.

Obiettivo code zero

Le modifiche logistiche includono anche la riorganizzazione delle file, con segnaletica dedicata a guidare utenti non prenotati, prenotati tramite SolariQ, e coloro che hanno già completato la pre-accettazione. Questo nuovo layout, insieme all’ausilio dei volontari Avo e all’opportunità di accedere al Centro prelievi senza app, mira a rendere l’attesa più confortevole e gestibile.

Con queste misure, l’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo si impegna a migliorare significativamente l’accessibilità e l’efficienza del servizio prelievi, garantendo agli utenti un’esperienza più fluida e meno stressante. Queste innovazioni segnano un passo avanti nella gestione ospedaliera, con l’obiettivo di soddisfare al meglio le esigenze di tutti gli utenti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Fiamme sprigionate dai locali lavanderia e domate entro un'ora: al Policlinico San Pietro la gestione...
Bergamo Tomorrow