Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Albino piange il ventenne Angelo Maffi, 5 anni di guerra al male

Dopo 5 anni di sfide oncologiche sostenute con orgoglio e senza negarsi alcunché, il ragazzo di Vall'Alta ha lasciato la sua comunità

La comunità ricorda un giovane lottatore

Albino è in lutto per la scomparsa di Angelo Maffi, un giovane di vent’anni noto affettuosamente come il “gigante buono” per la sua statura imponente e il suo spirito gentile. Sabato scorso, la comunità si è radunata per accogliere la salma di Angelo, ritornata dall’ospedale “Papa Giovanni” e ora a riposo presso la Casa del Commiato di Albino, dove molti hanno espresso il loro cordoglio e sostegno alla famiglia.

La guerra di Angelo

Angelo ha combattuto una lunga battaglia contro il cancro, iniziata cinque anni fa con una diagnosi di linfoma non-Hodgkin, seguita da leucemia, due trapianti di midollo e numerose chemioterapie. Nonostante le sfide, ha mantenuto un atteggiamento positivo e una forte volontà di vivere, come testimoniato da suo padre Marino, che gestisce una pizzeria locale.

Dall’Australia a Vall’Alta

Un storia di coraggio e determinazione, quella del ragazzo albinese. Dopo il suo rientro da un’esperienza di vita in Australia, dove la famiglia aveva vissuto per una decina d’anni, Angelo, tornato con i suoi, papà Marino e mamma Flavia, a Vall’Alta di Albino, ha proseguito con gli studi, diplomandosi con lode all’Istituto alberghiero di Nembro e iniziando l’università a Bergamo. Nonostante la malattia, Angelo ha continuato a perseguire i suoi sogni, partecipando attivamente nella pizzeria di famiglia e prenotando vacanze in Croazia con la sorella maggiore Giulia.

L’ultimo saluto di Albino

L’impegno di Angelo per la sua salute era evidente anche nella sua attenzione alla dieta e nell’allestimento di una palestra personale in casa, dimostrando la sua dedizione al benessere fisico. Tuttavia, una rapida infezione lo ha colpito duramente, portando a un tragico epilogo.

I funerali si terranno lunedì nella parrocchia di San Giuliano, dove amici, familiari e conoscenti si uniranno per celebrare la vita di un giovane che, nonostante le avversità, ha lasciato un’impronta indelebile nella comunità di Albino. Angelo sarà ricordato non solo per la battaglia che ha combattuto ma anche per l’ispirazione che continua a offrire a tutti coloro che lo hanno conosciuto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

carabinieri
La vittima è stata aggredita e derubata per esser derubata di una collanina d'oro...
I militari suonarono al citofono, ma non ottenendo risposta, registrarono l’assenza di Cavaliere, ipotizzando una...
incidente
Sentenza figlia del patteggiamento per la donna che investì in auto un novantunenne in bicicletta:...
Villaggio Nerazzurro, la novità della cronoscalata fino a San Vigilio e le ultime iscrizioni per...
Tutti gli appuntamenti, dagli incontri alla musica passando dal teatro per ragazzi, del prefestivo a...

Altre notizie

Bergamo Tomorrow