Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

55 atti per il Festival Donizetti Opera

55 appuntamenti tra il 16 novembre e il 3 dicembre prossimi per l'edizione numero 9 di Festival Donizetti Opera

Una sinfonia di eventi e performance di eccezionale portata culturale si prepara a risuonare attraverso le storiche vie di Bergamo. La nona edizione del Festival Donizetti Opera si annuncia come la più grandiosa e variegata ad oggi, estendendosi dal 16 novembre al 3 dicembre 2023 e coincidendo con Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura. Con 55 eventi programmati, il festival è un omaggio alla versatilità e al genio di Gaetano Donizetti, con un cartellone che include opere, laboratori, spettacoli didattici, incontri con artisti, proiezioni cinematografiche e perfino una caccia al tesoro cittadina.

I tesori nascosti del teatro e della musica

La Fondazione Teatro Donizetti, sotto la guida di Giorgio Berta (presidente), Massimo Boffelli (direttore generale), Francesco Micheli (direttore artistico) e Riccardo Frizza (direttore musciale), ha orchestrato una serie di eventi che rendono omaggio alla cultura operistica e alla città stessa. Le attività si dispiegano in un programma densamente articolato che prevede ogni fine settimana, a partire da sabato 11 novembre, momenti dedicati all’esplorazione di diverse facce del teatro lirico e della produzione musicale, attraverso cinque nuovi allestimenti tematicamente legati al titolo di Capitale della Cultura.

Un weekend di celebrazioni e performance

I festeggiamenti del weekend si aprono il giovedì (16, 23 e 30 novembre) con una proposta innovativa: LU OpeRave, una creazione che mescola elementi contemporanei e tradizionali in omaggio al maestro Donizetti, in scena al Balzer Globe. Al Teatro Donizetti, il pubblico avrà il privilegio di assistere a due opere rare del compositore, Il diluvio universale (17 e 25 novembre, 3 dicembre) diretto da Riccardo Frizza con l’allestimento firmato da MASBEDO, Mariano Furlani e 2050+, e Alfredo il Grande (19 e il 24 novembre) diretto da Corrado Rovaris e la regia di Stefano Simone Pintor. Vi si accoda, il 2 dicembre, una moderna reinterpretazione di “Il piccolo compositore di musica” di Giovanni Simone Mayr, garantendo un’esperienza unica per appassionati e nuovi ascoltatori.

Un viaggio tra didattica e tradizione

Il festival si distingue non solo per l’eccellenza delle esibizioni ma anche per l’impegno nell’education con iniziative che includono le attività di Opera Family e le anteprime dedicate agli under 30. Un’attenzione particolare viene riservata a “Lucia di Lammermoor” (18 e 26 novembre, 1 dicembre) presentata ai giovani studenti in una versione interattiva e comprensibile: sul podio Pierre Dumoussaud, regia di Jacopo Spirei. Le opere al Teatro Donizetti saranno precedute dai pre-opera che, durante l’ora che precede gli spettacoli, animeranno il Sentierone con un’anticipazione dello spettacolo in scena.

Momenti di cultura e riflessione

Il Donizetti Talk e le Donizetti Lectures rappresentano punti di incontro intellettuali e di approfondimento sull’opera e su temi strettamente connessi al tessuto storico-culturale della città. Tali momenti sono arricchiti dalla partecipazione di esperti e studiosi che guideranno il pubblico in un percorso di conoscenza e apprezzamento profondo del patrimonio operistico.

Commemorazioni e Celebrazioni

Il Dies natalis di Donizetti, mercoledì 29 novembre con elevazione in Santa Maria Maggiore, e il Donizetti Christmas Day, sabato 2 dicembre, segnano momenti di alta significazione durante il festival, offrendo una varietà di attività e performance che coinvolgono la comunità locale e i visitatori, celebrando il legame indissolubile tra Donizetti, la sua musica e la città di Bergamo.

Una conclusione da ricordare

In attesa delle festività natalizie, il Donizetti Christmas Day vedrà una serie di concerti e iniziative che illumineranno il Teatro Donizetti e i dintorni, coinvolgendo attivamente i negozi e gli spazi cittadini nel saluto finale al festival.

Un invito aperto

Tutti gli eventi del Donizetti Opera sono ad accesso gratuito, ma si consiglia la prenotazione. Con la stretta collaborazione tra istituzioni culturali locali e nazionali, il festival si conferma come una manifestazione imperdibile per gli amanti della musica e del teatro. Con un occhio sempre attento alla sostenibilità ambientale, il festival promette di lasciare un’impronta duratura nel cuore e nella memoria di chi parteciperà. Per dettagli e prenotazioni, si rimanda al sito ufficiale gaetanodonizetti.org.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Se la revoca dell'ordinanza rappresenta una vittoria per i locali della movida, il sindaco sottolinea...

La Regione Lombardia ha stanziato un “pacchetto” di 6,2 milioni di euro per la manutenzione...

Il supporto al disagio psichico proposto al di fuori delle case circondariali: un detenuto su...
Per migliorare l'accessibilità e la sicurezza, attive da aprile....
Bergamo Tomorrow