Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Grande frode legata al reddito di cittadinanza: 633 individui coinvolti, con segnalazioni anche a Bergamo

La cifra riciclata dagli operatori commerciali si aggira intorno ai 413.000 euro, mentre l'importo percepito indebitamente a discapito dello Stato dagli indagati è stimato in 2.374.000 euro.

Frode legata al reddito di cittadinanza coinvolge 633 persone. Nelle indagini del Gruppo per la Tutela del Lavoro di Milano, si è scoperto che molti cittadini, principalmente somali, percepivano il beneficio senza i dovuti requisiti.

Questi individui effettuavano acquisti inusuali in tre attività commerciali milanesi, compresi un punto Internet e un negozio di telefonia. Dai dati di Ital press, 597 di loro erano percettori non autorizzati e sono stati segnalati a 14 Procure italiane.

Altri 36, pur aventi i requisiti, hanno usato impropriamente il beneficio, che è stato sospeso. Il totale dei fondi usati indebitamente raggiunge i 2,374,000 euro, con i commercianti che hanno riciclato circa 413,000 euro.

Ulteriori indagini mostrano che, dal 2020, alcuni commercianti hanno facilitato la monetizzazione illegale del reddito di cittadinanza, ricevendo pagamenti diretti o bollette a loro nome. In cambio, fornivano contanti, trattenendo una commissione tra il 10% e il 15%. Infine, due proprietari di negozi sono stati denunciati per riciclaggio, e un terzo, bengalese, è stato arrestato nel 2022.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bergamo Tomorrow