Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Verso il 2030, rivoluzione energetica domestica

Strategie di riqualificazione energetica in risposta alle normative UE

La revisione strutturale delle abitazioni per incrementare l’efficienza energetica rappresenta una tappa obbligatoria per l’Europa entro il 2030. È fondamentale pertanto adottare un calendario di miglioramenti che faciliti sia le famiglie nel processo di ammodernamento energetico delle proprie dimore, sia le aziende locali nell’assicurarsi commesse continue. In seguito all’osservazione degli impatti benefici apportati dai Bonus nel settore edilizio, che hanno contribuito ad aumentare l’occupazione e la produzione locale, adesso il panorama si presenta incerto, influenzato dalla congiuntura economica e politica nazionale.

Da portavoce dei lavoratori e dei datori di lavoro del settore, Edilcassa Artigiana di Bergamo mira a proporre una serie di riflessioni e soluzioni per affrontare con determinazione le sfide future. Queste iniziative puntano sia a preservare l’impiego nel comparto, sia a rispettare le linee guida per un’economia più verde. Secondo i requisiti dell’Unione Europea, ogni abitazione dovrà rientrare almeno nella fascia di classe energetica E entro il 2030. Angelo Carrara, presidente di Edilcassa, ha espresso la volontà di promuovere un’educazione capillare tra i cittadini di Bergamo riguardo le problematiche ambientali e le possibili strategie per affrontarle, in linea con i dettami europei.

Si sollecita quindi l’elaborazione di un piano a lungo termine, elaborato di concerto con le aziende artigiane associate a Edilcassa, che si impegnino in opere di adeguamento per assicurare che gli immobili raggiungano una classe energetica non inferiore alla D, evitando gli inconvenienti provocati dalla recente iniziativa del bonus 110%. Tale fenomeno ha visto la proliferazione di entità imprenditoriali effimere, prive di solide basi operative e spesso fonte di competizione sleale e di un servizio carente verso i consumatori.

L’obiettivo è quello di elevarsi a un livello energetico migliore, pur se non ottimale, che coinvolga un numero più ampio di edifici rispetto a quanto avvenuto con i precedenti incentivi, producendo così un effetto più significativo nella riduzione delle emissioni di CO2. Questo approccio è inteso a massimizzare i benefici ambientali senza sacrificare la qualità e l’equità del servizio offerto agli utenti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bergamo Tomorrow