Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Due indagati per la morte di Alessandro Baggi

I due imputati sono rappresentati dagli avvocati Tomaso Cortesi e Monica Raimondi. Su di loro pende l'accusa di l'omicidio colposo

Due persone sono al centro delle indagini in seguito al tragico decesso di Alessandro Baggi, avvenuto a seguito di un infortunio sul lavoro: si tratta del proprietario dell’azienda in cui Alessandro prestava servizio e il responsabile della sicurezza su cui pende l’accusa di l’omicidio colposo.

La triste fine di Alessandro Baggi

Alessandro, 46 anni, lavorava per un’azienda incaricata di eseguire trivellazioni per il comune. Durante un’operazione all’interno di un pozzo è storto vittima dell’esplosione di una bomboletta per colmare alcune crepe. Lo scoppio ha causato esalazioni dannose e il ricovero d’urgenza dell’uomo. Purtroppo, le sue condizioni sono peggiorate fino a portarlo alla morte. Una grave perdita per la mamma Caterina che in passato aveva già detto addio a suo marito e un altro figlio, Sebastian, all’età di 29 anni. I due imputati  sono rappresentati dagli avvocati Tomaso Cortesi e Monica Raimondi.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Giovane di 22 anni coinvolto in gravi reati sessuali minorili tramite piattaforma di gioco....
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Bergamo Tomorrow