Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il 4 Novembre a Bergamo: riconoscimenti ai deportati

Le celebrazioni del 4 Novembre a Bergamo: premiati 15 deportati in Prefettura a margine di discorsi e corone d'alloro

Storia del 4 Novembre

Il 4 Novembre, le cui celebrazioni quest’anno raggiungono la 104ª edizione, ha radici profonde nella storia italiana. Istituita come ricorrenza nel 1919, fa riferimento al giorno in cui, nel 1918, entrò in vigore l’armistizio di Villa Giusti, sancendo la fine della Prima guerra mondiale. Nei due anni successivi, l’Italia ha onorato i suoi soldati caduti inaugurando la tomba del “Milite Ignoto” all’Altare della Patria di Roma. Nel 1922, il 4 novembre venne proclamato Festa Nazionale. Tuttavia, dal 1976, a seguito di una decisione governativa, la giornata ha cessato di essere un giorno festivo, con le tradizionali parate militari che si sono spostate alla prima domenica di novembre.

Bergamo ricorda

Contrariamente a molti altri Comuni italiani, Bergamo continua a commemorare il 4 Novembre direttamente in questa data. Quest’anno, la città si appresta a onorare non solo i Caduti di tutte le guerre ma anche a rendere omaggio a 15 deportati bergamaschi internati nei campi di concentramento nazisti. Questo avverrà in Prefettura, con la cerimonia di consegna di Medaglie d’Onore (11.30).

Il programma delle celebrazioni

Le iniziative hanno inizio oggi, il 31 ottobre con le celebrazioni di Ognissanti e la commemorazione dei defunti e dei Caduti di guerra. Sabato mattina, il cuore delle celebrazioni, verranno deposte corone d’alloro in due diversi luoghi della città (in Rocca alle 9, in piazza Matteotti alle 9.45) culminando con la cerimonia ufficiale in piazza Vittorio Veneto (alle 10). Durante quest’ultima, si terranno vari rituali di omaggio, culminati dalla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dall’intervento del sindaco Giorgio Gori.

Un pomeriggio di riflessione

Il pomeriggio sarà dedicato alla memoria e alla riflessione. Grazie all’iniziativa del Museo delle Storie, i cittadini potranno visitare gratuitamente la Torre dei Caduti. Questa visita rappresenta un’opportunità unica per approfondire la storia dei soldati caduti durante la Grande Guerra. La giornata si concluderà con una cerimonia di ammaina bandiera in piazza Vittorio Veneto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Devozione plurisecolare e abilità artigianale si fondono nell'apparato del Triduo in Basilica a Gandino ...
Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Bergamo Tomorrow