Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Unione strategica a Dalmine, PD e Nostra Dalmine verso le elezioni

Un patto rivoluzionario per cambiare il governo locale

In un contesto politico dinamico, due principali formazioni d’opposizione, il Partito Democratico (PD) e la lista civica Nostra Dalmine, hanno annunciato la loro decisione di collaborare strettamente per le imminenti elezioni comunali di Dalmine. Questo accordo storico prevede la presentazione di un candidato unico alla carica di sindaco, rappresentando un tentativo unificato di riportare la leadership della città nelle loro mani, dopo cinque anni di gestione da parte della Lega.

La collaborazione tra PD e Nostra Dalmine si manifesta dopo un periodo di cinque anni durante i quali le due entità hanno operato separatamente, senza riuscire a concretizzare un’intesa nelle precedenti elezioni. La sconfitta di allora, con il successo di Francesco Bramani del Carroccio, non ha fatto altro che rafforzare la loro determinazione a proporre un fronte unito. Il nome del candidato sindaco sarà rivelato in un evento speciale, previsto per il 26 febbraio presso il teatro civico di Via Kennedy, dove verranno anche presentate le liste e il programma elettorale.

Questa alleanza rappresenta un significativo punto di svolta, specialmente per Nostra Dalmine, che per la prima volta si impegna in una collaborazione così stretta con una forza politica. Entrambi i gruppi portano in dote una visione condivisa di cambiamento e rinnovamento per Dalmine, mettendo in luce la loro comune critica all’attuale amministrazione, in particolare per quanto riguarda le politiche ambientali, la gestione degli spazi verdi e la relazione con l’università.

Le critiche mosse all’operato dell’attuale sindaco includono la mancanza di iniziative per promuovere la mobilità sostenibile, come evidenziato dalla rinuncia a fondi per lo sviluppo di piste ciclabili, e una gestione discutibile del patrimonio arboreo urbano. Altre decisioni controverse riguardano il sostegno a progetti di grande impatto ambientale e urbanistico, e la gestione finanziaria in merito alle cause legali legate al termovalorizzatore locale.

PD e Nostra Dalmine si impegnano a promuovere un’amministrazione attenta alle questioni ambientali, al benessere sociale, alla valorizzazione del tessuto commerciale locale e alla collaborazione con il mondo del volontariato e delle associazioni. L’obiettivo è di rendere Dalmine una città più inclusiva, sostenibile e partecipativa, con un occhio di riguardo alla rigenerazione urbana e alla promozione di uno sviluppo equilibrato.

La determinazione di entrambi i gruppi a proporre un cambiamento radicale per Dalmine si basa sulla convinzione che un governo cittadino più inclusivo e attento alle esigenze dei cittadini possa effettivamente migliorare la qualità della vita nella città. Con questa alleanza, PD e Nostra Dalmine si pongono come una forza di opposizione coesa, pronta a sfidare l’attuale amministrazione con proposte innovative e una visione rinnovata per il futuro di Dalmine.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nella vivace scacchiera politica italiana, spicca la nuova ambizione di Giorgio Gori, l’attuale sindaco di...

Il Pd cittadino ha sciolto le riserve: Elena Carnevali correrà per la carica di sindaco...
Bergamo Tomorrow