Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Inflazione a Bergamo: raffronto con la Lombardia e l’Italia

Inflazione allo 0,7% col segno più a Bergamo nel primo mese dell'anno nuovo: sotto la media lombarda, ma sopra quella nazionale

Nel panorama dell’inflazione italiana di gennaio 2024, Bergamo emerge con specificità che meritano un’analisi dettagliata. Secondo i dati forniti dall’Istat e interpretati dall’Unione nazionale consumatori, la città lombarda si posiziona al quarantesimo posto nel contesto nazionale e al quinto in ambito regionale per quanto riguarda l’incremento del costo della vita. L’inflazione registrata a Bergamo si attesta al +0,7%, con una conseguente spesa aggiuntiva annuale per le famiglie stimata in 196 euro.

Il contesto lombardo e il raffronto col dato nazionale

Il confronto con altre città della Lombardia rivela una dinamica regionale variata. Varese si posiziona in testa alla classifica regionale con un tasso di inflazione dell’1,3%, che si traduce in un aumento della spesa per le famiglie di 363 euro annui, posizionandola all’undicesimo posto a livello nazionale. Milano segue con un incremento dell’1,2% nell’inflazione, equivalente a una spesa in più di 343 euro, tredicesima in Italia.

Lecco occupa il terzo posto con un aumento dello 0,9% e una spesa aggiuntiva di 236 euro annui per famiglia. Sotto la media regionale, fissata allo 0,8% (pari a 217 euro), troviamo Lodi, con un aumento dello 0,8% e 210 euro in più di spesa, e poi Bergamo. Seguono, al di sotto della media italiana, Mantova con uno 0,7% e 184 euro di aumento, Brescia e Pavia in ex aequo con uno 0,5% e 140 euro di maggior spesa, e Como con uno 0,3% e un incremento di 84 euro. Chiude la classifica Cremona, che si distingue per una inflazione pari a zero.

Inflazione: implicazioni per famiglie e comunità

Questi dati riflettono non solo le variazioni economiche locali ma anche le sfide che le famiglie di Bergamo e delle altre città lombarde devono affrontare nell’adattarsi a un contesto di costi crescenti. L’inflazione, sebbene moderata rispetto ad altre realtà regionali e nazionali, implica comunque una gestione attenta delle risorse domestiche, specialmente per quanto riguarda le spese quotidiane e la pianificazione finanziaria a lungo termine.

La posizione di Bergamo, sia nel contesto lombardo che italiano, sottolinea l’importanza di politiche mirate al sostegno delle famiglie e alla stimolazione dell’economia locale, per mitigare gli effetti dell’inflazione e promuovere uno sviluppo sostenibile. La città, insieme alle altre menzionate, riflette un quadro economico in continua evoluzione, richiamando l’attenzione su un equilibrio delicato tra crescita e mantenimento del potere d’acquisto dei cittadini.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La ditta responsabile rischia una sanzione che può arrivare fino a 26 mila euro...
Oltre alle sanzioni per l'attività commerciale illegale, sono in corso accertamenti sulla gestione dei rifiuti...
Il vagone centrale del tram sarebbe uscito dai binari a causa di un problema tecnico...
Novità nel mondo del cinema d'impresa con il MADE Film Festival a Bergamo: riflettori puntati...

Altre notizie

Bergamo Tomorrow