Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Clima e mercati: frutta e verdura alle stelle

Le oscillazioni dei prezzi al consumo, coi rialzi recenti, riflettono le difficoltà nei raccolti: frutta e verdura schizzano alle stelle

Tra costi di produzione e prezzi al consumo: l’agricoltura e le nuove sfide

Il comparto agricolo sta affrontando una prova ardua con la diminuzione delle produzioni e l’incremento dei costi, che ha portato a un balzo dei prezzi al dettaglio e a modifiche sostanziali nelle pratiche di coltivazione. La relazione tra il prezzo al produttore e quello finale è diventata una questione aperta che solleva dubbi e preoccupazioni per il futuro del settore. Luca Assandri, agricoltore e produttore di latte, testimonia il gap tra i costi di mantenimento della produzione e il ritorno economico: un divario che si allarga e genera incertezza. Con una caduta dei prezzi alla produzione che non si riflette sui prezzi al consumatore, molte aziende agricole stanno considerando di lasciare i terreni incolti, sottolineando l’inconvenienza attuale della produzione agricola.
Elena Lazzarini, che gestisce un’azienda agricola specializzata in cereali e foraggi, sottolinea un calo significativo delle raccolte: meno 50% di mais e danni ingenti alle coltivazioni di soia a causa del maltempo. La produzione di orzo ha subìto una riduzione e una svalutazione economicamente pesante, con un prezzo al quintale che si è dimezzato rispetto all’anno precedente. Lazzarini riflette sull’incertezza del settore, enfatizzando la necessità di ripensare la pianificazione delle semine in risposta ai cambiamenti climatici.

Il peso del clima su consumatori e i commercianti

Il settore ortofrutticolo si trova ad affrontare variabilità senza precedenti. Livio Bresciani, proprietario di un negozio di ortofrutta, osserva un incremento marcato nel costo di verdure come patate e cipolle, con variazioni medie del 20% e picchi che raggiungono raddoppi del prezzo. Frutti come pere e castagne mostrano rialzi significativi, mentre le avversità meteorologiche hanno avuto ripercussioni durature, come nel caso dell’alluvione in Emilia Romagna che ha lasciato una scia di carenze produttive, in particolare nelle pere.

Milena Brivio, altra commerciante del settore, conferma che l’acquisto di prodotti stagionali rimane una scelta vincente nonostante l’aumento generalizzato dei prezzi, avvertendo i consumatori sulle fluttuazioni di mercato che rendono altri prodotti, come le fragole, costosi e meno accessibili.

L’attuale scenario di mercato: una sfida per il settore agricolo

La situazione odierna del mercato agricolo è preoccupante, con un calo che varia dal 10% al 70% nelle produzioni nazionali di beni essenziali come grano e miele. Il carrello della spesa subisce le conseguenze con un’inflazione che colpisce duramente i consumatori. L’instabilità climatica e i costi crescenti della produzione e della logistica stanno mettendo a dura prova gli agricoltori, alcuni dei quali sono giunti al punto di non seminare a causa della non convenienza.

L’oscillazione dei prezzi e la riduzione delle quantità disponibili si riflettono in un aumento che va ben oltre l’inflazione generale, ponendo il consumatore davanti a scelte difficili. Le strategie suggerite ai consumatori includono l’acquisto consapevole basato sul valore nutrizionale, preferendo alternative più convenienti senza compromettere la qualità alimentare.

In conclusione, l’articolo evidenzia le difficoltà che affrontano produttori, commercianti e consumatori nel settore agricolo. Con una maggiore consapevolezza e una migliore pianificazione, c’è la speranza di navigare queste acque turbolente, ma le sfide rimangono imponenti e richiedono una risposta coordinata e lungimirante da parte di tutti gli attori coinvolti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Tre giovani orsi sulla Cima Blesi al Passo del Tonale: l'avvistamento di un alpinista-sciatore originario...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Un rogo di quattro cumuli di sacchi dell'indifferenziata ha rischiato di provocare danni seri in...
Quarto giorno consecutivo di superamento dei limiti di pm10: fanno 28 giorni dall'inizio dell'anno, l'inquinamento...
Nonostante le preoccupazioni sui ghiribizzi del clima, la neve sulle Prealpi Orobie è scesa abbondante:...
Bergamo Tomorrow