Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Carnevali vs Pezzotta: la campagna per le comunali s’infiamma

L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una secca replica: "Chi vuole il degrado non ci voti"

Nel contesto della vivace campagna elettorale di Bergamo, i riflettori sono puntati sul confronto tra Elena Carnevali, candidata del Partito Democratico, e Andrea Pezzotta, avvocato supportato da Fratelli d’Italia. Sono i due maggiori competitor. Le recenti dichiarazioni dei due contendenti mettono in luce le divergenze di visione per il futuro della città.

Carnevali: visione retrograda del centrodestra

Durante la cena di lancio della sua campagna, Elena Carnevali ha esposto la sua visione di un’amministrazione che lavora a tempo pieno per Bergamo, seguendo l’esempio del predecessore Giorgio Gori. Ha criticato apertamente l’approccio del centrodestra, descrivendolo come un tentativo di riportare Bergamo a 15 anni fa, a una città che “rallenta, che si chiude e cerca di proteggersi dai cambiamenti del resto del mondo”. Carnevali sottolinea l’inadeguatezza dei “sindaci part-time” per le esigenze attuali della città.

Pezzotta: contrattacco su gestione urbana e degrado

Andrea Pezzotta, da parte sua, non ha tardato a replicare alle affermazioni di Carnevali, enfatizzando la sua volontà di correggere quello che considera essere i “disastri” lasciati dall’attuale amministrazione. Attraverso un comunicato e un video sui social, Pezzotta ha precisato di non voler cancellare tutto il lavoro svolto, ma piuttosto di volersi concentrare sulla risoluzione di problemi specifici quali il degrado urbano, la gestione fallimentare della viabilità e le scelte urbanistiche discutibili, citando come esempi la situazione della stazione e la demolizione del vecchio palazzetto dello sport.

Un confronto di visioni per Bergamo

Le dichiarazioni di Carnevali e Pezzotta delineano chiaramente due visioni contrastanti per il futuro di Bergamo. Da un lato, Carnevali propone un modello di governance attiva e moderna, critica verso un ritorno al passato. Dall’altro, Pezzotta si concentra sulla necessità di interventi correttivi riguardo alcune decisioni amministrative ritenute dannose, con un accento particolare sulla qualità della vita urbana e sull’efficienza dei servizi.

Questa contrapposizione di idee e progetti per la città promette di tenere alta l’attenzione dei cittadini fino al giorno delle elezioni, con Bergamo pronta a scegliere quale direzione intraprendere per affrontare le sfide future.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La ditta responsabile rischia una sanzione che può arrivare fino a 26 mila euro...
Oltre alle sanzioni per l'attività commerciale illegale, sono in corso accertamenti sulla gestione dei rifiuti...
Il vagone centrale del tram sarebbe uscito dai binari a causa di un problema tecnico...
Incremento dei controlli stradali: denunciato un ciclista e sanzioni elevate per uso del cellulare alla...

Altre notizie

Bergamo Tomorrow