Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Furti di rame, cimitero di nuovo nel mirino

Cimitero Monumentale di viale Pirovano ancora sotto attacco dei ladri di rame: stavolta i responsabili sono fuggiti a mani vuote

polizia locale

Il Cimitero Monumentale di Bergamo è stato teatro di un’ennesima incursione da parte di ladri di rame nella notte tra sabato 16 e domenica 17 settembre. Si tratta della terza incursione nel solo mese di settembre, con i malviventi che cercano di arraffare il prezioso bottino dal complesso. Tuttavia, questa volta hanno dovuto abbandonare il loro bottino a causa di un disturbatore inaspettato.

Cimitero, l’incursione notturna

Durante questa incursione, i ladri hanno mirato alle canaline nella zona della Socrem e dei colombari del camposanto. Hanno iniziato ad asportare il rame, ma qualcosa li ha fatti sobbalzare. È probabile che siano stati disturbati da un passante o da un residente nelle vicinanze, il che li ha costretti a fuggire in fretta e furia. La scoperta del tentato furto è stata fatta la mattina del festivo dal guardiano, che ne ha prontamente informato la Polizia Locale.

Rame al cimitero, i precedenti

Non è stata la prima incursione dei ladri di rame al Cimitero Monumentale. Nella notte tra il martedì e il mercoledì precedente, infatti, avevano già staccato circa 20-30 metri di pluviale da una cappella privata. Inoltre, il 1° settembre, la stessa banda aveva fatto una razzia di 70 metri di pluviali di rame in un’area che comprendeva i nuovi cinerari, il reparto Socrem dell’ex forno crematorio e la nuova via Paolo Borsellino, situata a nord delle catacombe esterne.

Furti di rame in aumento

I furti di rame in città stanno diventando sempre più frequenti in questi mesi. Oltre al cimitero di viale Pirovano, sono stati segnalati diversi episodi alla ex Reggiani di viale Giulio Cesare, dove i ladri hanno appiccato incendi per distrarre le autorità e quindi rubare i cavi di rame. Questo suscita l’ipotesi che una banda criminale stia prendendo di mira l'”oro rosso”, oggetto di un mercato sempre vivo ed estremamente lucroso.

Le indagini in corso

Le forze dell’ordine stanno conducendo indagini approfondite su questi furti di rame. Gli agenti della squadra Mobile della Questura stanno lavorando diligentemente per identificare i responsabili, mentre le Volanti, la Polizia Locale e i Carabinieri mantengono una presenza costante nella zona durante le ore notturne. Inoltre, stanno cercando di ottenere informazioni preziose dalle telecamere di sorveglianza presenti nella zona, sebbene non ce ne siano molte. Quelle installate dietro il Chorus Life potrebbero aver catturato indizi cruciali, come la presenza di un veicolo utilizzato per il trasporto del rame o individui sospetti di passaggio.

Appello al rispetto del luogo sacro

Il cimitero è un luogo sacro e rispettato. Perciò gli assalti notturni legati al rame sono altamente deplorevoli. L’assessore Giacomo Angeloni ha commentato: “Siamo infastiditi dal fatto che vengano a rubare in un luogo così sacro come il cimitero. Speriamo che riescano presto a trovare i responsabili”. L’appello all’integrità e al rispetto per i luoghi sacri rimane fondamentale, mentre le autorità lavorano per la prevenzione e la repressione di questi atti criminali.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Devozione plurisecolare e abilità artigianale si fondono nell'apparato del Triduo in Basilica a Gandino ...
Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Bergamo Tomorrow