Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Rassegne teatrali, a Leffe e Gandino risate a ingresso libero

Due distinte rassegne, destinate a promuovere l’impegno di sei diverse compagnie teatrali, nel segno dell’allegria

Prende il via fra fine ottobre ed inizio novembre in Val Gandino il ciclo di spettacoli che offrirà al pubblico (ad ingresso libero) una serie di commedie brillanti e spassose.

Leffe e Gandino: che passione per il teatro

Giovedì 26 ottobre alle 20.45 si parte al Cinema Teatro Centrale di Leffe, dove grazie al patrocinio di Comune e Parrocchia di San Michele si tiene la Rassegna Teatrale articolata su quattro appuntamenti. Protagonista della serata d’esordio la Compagnia “Sottoscala Luigi Colombo” che proporrà la commedia dialettale in tre atti “Preòst per trì dé” di Fabrizio Dettamanti, per la regia di Gianfranco Mismara. La Compagnia nacque nel 1990 per promuovere cultura e tradizioni bergamasche accompagnate da tanto buonumore. Gli attori di Rosciate saranno protagonisti anche dell’appuntamento conclusivo della rassegna leffese, il 24 febbraio 2024, quando proporranno “L’amis del papà” di Renzo Avogadri. Gli altri appuntamenti a Leffe (programmati per sabato 25 novembre e sabato 27 gennaio) saranno invece appannaggio della Compagnia Teatro Fratellanza della Val Gandino, nata nel 2009 grazie ad un gruppo di attori formatosi alla scuola di recitazione creata da Piero Marcellini presso il Circolo Fratellanza di Casnigo. Costituitasi dal 2011 in associazione autonoma, la Compagnia proporrà due distinti testi del grande commediografo Georges Feydeau: “Sarto per Signora” con la regia di Marco Amico e “A me i öcc” (A me gli occhi) nella traduzione vernacola di Enrico Martinelli e con la regia di Giovanni Capitanio.

Quattro anche le date previste invece a Gandino, dove per il secondo anno consecutivo la Pro Loco organizza la rassegna “Fra Palco e Sipario”, dedicata alle compagnie dialettali, con il patrocinio del Comune. Le serate (ingresso libero) si tengono ogni venerdì di novembre alle 20.45 presso il Cinema Teatro Loverini dell’Oratorio. Il 3 novembre si parte con “La morusa del mé òm” di Abele Ruggeri, proposta dalla Compagnia “La Combricola Gino Gervasoni “di Gazzaniga, con la regia di Mario Gervasoni (direttore artistico dell’intera rassegna). All’insegna del buonumore e di originali incroci di vita matrimoniale anche il secondo appuntamento (10 novembre) quando a calcare le scene sarà la Compagnia “La Meridiana” di Mapello che proporrà “Reduci d’ü matrimóne” con la regia di Davide Lenisa. Venerdì 17 novembre toccherà alla Compagnia “I Tira Tarde de Trescur”, destinati a proporre l’esilarante “I Sorèle Trapunta” di Giusi Cattaneo con la regia di Gigi Bonassi. In omaggio a “Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023”, l’appuntamento conclusivo di venerdì 24 novembre vedrà esibirsi la Compagnia “Chei del cò de ché e chei del cò de là” di S.Eufemia (Brescia). Proporranno due atti in dialetto bresciano di Giorgio Franchini, dal titolo “I Niucc del Sindec”. Come già segnalato tutte le serate sono ad ingresso libero, senza necessità di prenotazione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Automobilisti che pagano regolarmente per l'abbonamento lamentano di trovarsi sempre più spesso in situazioni difficili....
L'incontro delle Confraternite della Val Gandino ha aperto le celebrazioni del Triduo dei Morti...
Bus sostitutivi del treno sospeso (fino a fine lavori per il raddoppio con Ponte) anche...
L'esponente del Pd accusa la controparte di voler fare il "sindaco part time", trovando una...
Inflazione allo 0,7% col segno più a Bergamo nel primo mese dell'anno nuovo: sotto la...
Bergamo Tomorrow