Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Passione e cuore, ma la Bergamo del volley s’inchina a Milano

In una serata in cui il cuore e la passione non sono mancati, la Volley Bergamo 1991 si è dovuta arrendere di fronte alla determinazione e all’abilità delle avversarie di Allianz Vero Volley Milano. Nonostante la sconfitta, maturata in quattro set, l’incontro ha regalato momenti di puro spirito sportivo, illuminando il PalaFacchetti di Treviglio con la presenza calorosa di quasi tremila tifosi.

Una lotta punto a punto

Il tabellone finale ha registrato un 1-3 che non rende giustizia all’impegno messo in campo dalle rossoblù. Tra le fila di Bergamo, Anna Davyskiba (nella foto Volley Bergamo 1991) si è distinta come best scorer con i suoi 18 punti, mentre Giulia Gennari ha dominato la rete con 5 muri efficaci, dirigendo il gioco con grande chiarezza tattica. Non sono mancate prestazioni significative come i 15 punti di Lorrayna e i 10 di Butigan, di cui tre preziosi muri, che hanno contribuito a tenere viva la speranza fino all’ultimo scambio.

La forza dell’avversario

Nonostante l’ardore e il sostegno del pubblico locale, la squadra bergamasca ha dovuto confrontarsi con la solidità di Milano, guidata da una brillante Orro, che ha meritato il titolo di MVP del match. La sua capacità di mantenere un ritmo di gioco sostenuto e di ricominciare a collezionare punti dopo ogni assalto delle padrone di casa ha fatto la differenza nei momenti chiave dell’incontro.

Riflessioni post partita

Giulia Gennari ha raccolto le impressioni della squadra al termine della partita, evidenziando la qualità del gioco espresso e la necessità di mantenere alto il livello di concentrazione. “Abbiamo giocato meglio, la squadra avversaria era indubbiamente forte, ma abbiamo mostrato tratti di un gioco davvero bello. Ora è fondamentale non dimenticare questo e portarlo con noi nelle sfide future. Dobbiamo essere più tenaci in difesa e più lucide nei momenti decisivi dei set”, ha dichiarato Gennari.

Il cammino continua

Il percorso di Volley Bergamo non si ferma qui. Il quarto set conclusivo segna un passo coraggioso verso le prossime sfide. Sebbene il risultato non abbia premiato le rossoblù, la determinazione e la voglia di migliorare restano il vero trofeo di questa serata.

Dettagli tecnici dell’incontro

La partita ha visto momenti di equilibrio anche nelle statistiche con le battute vincenti uguali per entrambe le squadre e un confronto serrato su ogni punto del gioco. Errori, muri e battute sbagliate hanno inciso sull’esito dell’incontro, testimoniando l’intensità e la pressione vissute in campo.

Volley Bergamo 1991-Allianz Vero Volley Milano 1-3 (23-25, 22-25, 25-20, 18-25)
Volley Bergamo 1991: Rozanski 7, Butigan 10, Lorrayna 15, Davyskiba 18, Melandri 8, Gennari 7, Cecchetto (L); Fitzmorris, Cicola, Nervini 2, Pistolesi, Pasquino. N.e. Bovo, Scialanca (L). Allenatore: Solforati.
Allianz Vero Volley Milano: Malual 10, Heyrman 11, Orro 2, Rettke 11, Bajema 11, Daalderop 11, Parrocchiale (L); Castillo, Egonu 7, Prandi, Candi. N.e. Cazaute (L), Folie, Sylla. Allenatore: Gaspari.
Arbitri: Giuliano Venturi e Michele Brunelli
Durata set: 29’, 27’, 29’, 26’
Battute vincenti: Bergamo 3, Milano 3
Battute sbagliate: Bergamo 13, Milano 10
Muri: Bergamo 13, Milano 10
Errori: Bergamo 32, Milano 21
Spettatori: 2.814
Incasso: 20.375 euro

Il calore del pubblico

Con 2.814 spettatori partecipanti e un incasso di 20.375 euro, è evidente che la passione per la pallavolo a Bergamo brucia forte. Il supporto del pubblico è stato un elemento fondamentale, fornendo alle atlete di casa la spinta emotiva necessaria per dare il massimo.

Conclusione

La sfida tra Volley Bergamo e Allianz Vero Volley Milano ha offerto uno spaccato emozionante del volley femminile: un incontro giocato con grinta, spirito di squadra e un pubblico che ha fatto da cornice perfetta a una serata di sport al suo meglio. Bergamo, nonostante la sconfitta, esce con la testa alta e lo sguardo rivolto alle prossime sfide che la attendono.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I gialloneri cittadini, qualificatisi alla Fase a Orologio-Play In Gold in vetta al girone D,...
Paoletta Magoni, la sua Selvino e l'oro olimpico nello Speciale di Sarajevo che ha reso...
Da scala 40 alla cena sociale il prossimo 19 marzo: ferve l'attività dello storico Atalanta Club Valgandino...
andrea bergamelli
Martedì il rientro della salma in Italia, due giorni dopo le esequie a Torre Boldone:...
I gialloneri cittadini vincono il raggruppamento D di serie B Interregionale: adesso un bel lotto...
Dalle corse non competitive allo sci alpino passando per la Maria Brasca al Teatro Donizetti:...
Bergamo Tomorrow