Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Riqualificazione e sicurezza: intervento risolutivo a Piazzale Alpini

La rissa di lunedì motore di risposte dell'amministrazione comunale in tema di sicurezza e riqualificazione del piazzale degli Alpini

In seguito agli eventi tumultuosi che hanno visto il Piazzale degli Alpini teatro di una violenta rissa, le autorità locali stanno adottando misure significative per ripristinare l’ordine e garantire la sicurezza pubblica. Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Sergio Gandi, ha delineato un piano d’azione che prevede interventi infrastrutturali e una strategia di presidio permanente dell’area, in risposta diretta all’escalation di violenza verificatasi di recente.

Piazzale Alpini: staccionata da rimuovere

Un passo immediato e simbolico in questa direzione è la rimozione della staccionata delle aiuole, situata nel piazzale e lungo viale Papa Giovanni XXIII. Questa barriera, danneggiata gravemente durante gli scontri, quando i suoi paletti sono stati usati come armi improvvisate, è in via di smantellamento finale entro oggi. Questa decisione non solo serve a riparare i danni fisici causati dalla rissa, ma segna anche un primo passo verso una revisione dell’assetto urbanistico del piazzale, con la prospettiva di implementare una recinzione alternativa, più sicura e meno suscettibile di essere sfruttata in modo improprio.

Sicurezza: la strategia dell’amministrazione comunale

Tuttavia, la strategia del Comune non si limita a interventi fisici. Gandi sottolinea l’importanza di un presidio costante e attivo dell’area, evidenziando che l’assenza di un gestore ha lasciato un vuoto che ha rapidamente favorito il riemergere di dinamiche pericolose. È in questo contesto che l’amministrazione sta lavorando per raggiungere un “accordo ponte” con un nuovo gestore. Questo accordo mira a garantire che il piazzale sia costantemente monitorato e gestito, un elemento che Gandi considera cruciale per prevenire futuri incidenti e per promuovere un ambiente urbano più sicuro e accogliente.

Le indagini sulla rissa

In aggiunta a queste misure preventive e di riqualificazione, prosegue incessantemente l’attività investigativa relativa alla rissa stessa dell’altro ieri tra nordafricani e indiani. I carabinieri, incaricati delle indagini, stanno esaminando diversi filmati registrati da testimoni in cerca di indizi che possano portare all’identificazione dei responsabili, ancora ignoti. L’alterco, che ha coinvolto un gruppo di individui, presumibilmente a causa di dispute legate al traffico di droga, ha sollevato questioni urgenti sulla sicurezza nel piazzale.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il concerto "Pellegrini di pace - da Bergamo al Mediterraneo" nel prefestivo in seminario: conto...
Da giovedì anticiclone e smog cedono il posto a precipitazioni, freddo e vento anche nella...
Eventi e appuntamenti di oggi a Bergamo e provincia: mercoledì 21 febbraio, l'agenda al completo...
I pompieri degli otto Comuni dell'Isola Bergamasca a un passo del trasferimento da Madone a...
Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Fiamme sprigionate dai locali lavanderia e domate entro un'ora: al Policlinico San Pietro la gestione...
Bergamo Tomorrow