Bergamo Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Pontida, il giorno dopo: l’alleanza euroscettica Salvini-Le Pen

Tra la Lega di Salvini e il Rassemblement National un appello alle "radici dell'Europa": abbraccio a Le Pen, dal Pirellone sprone all'autonomia

Una nuova visione dell’Europa, o quanto meno alternativa a quella dell’Unione Europea fatta di rivoluzione green a discapito di imprese e cittadini, alla riscoperta e alla difesa delle radici e delle identità nazionali. Il day after del raduno di Pontida conferma la salda alleanza in senso euroscettico tra il leader della Lega Matteo Salvini e la deputata del Rassemblement National, di cui è stata presidente fino a due anni fa (adesso è Jordan Bardella), Marine Le Pen, intervenuta e acclamata dal popolo del “pratone”.

Pontida, il messaggio di Salvini
Il segretario, vicepremier e ministro delle Infrastrutture, in un momento “in cui l’identità e la libertà delle nazioni europee sono messe in discussione”, ha sottolineato l’importanza di “preservare le tradizioni e i valori delle nazioni”, criticando “le politiche della sinistra” e rimarcando la necessità “di far pagare alle banche per i loro profitti extra per aiutare le fasce più deboli della società”.
Salvini ha anche parlato di libertà di amore in tutte le sue forme, ma ha difeso la famiglia tradizionale composta da madre e padre, opponendosi all’utero in affitto. Ha esortato i giovani a perseguire i propri sogni e ha promesso che la Lega “lavora e lavorerà per un governo duraturo che migliorerà la situazione economica del paese e preserverà la cultura italiana”.

L’intervento di Marine Le Pen
Marine Le Pen, l’ospite d’onore del raduno, ha espresso la sua gioia nel partecipare all’evento e ha sottolineato l’amicizia tra la Lega e il suo partito. Ha dichiarato che entrambi sono impegnati nella stessa “lotta per preservare le identità nazionali e le aspirazioni dei popoli europei”. La figlia del fondatore dell’ex Front National ha criticato le politiche dell’Unione Europea, sottolineando la necessità di ripensare l’Europa e respingendo l’idea dell’auto elettrica. Ha anche difeso l’uso dell’energia nucleare e ha elogiato l’ingegno degli agricoltori, pescatori e abitanti delle aree montane nell’affrontare le sfide ambientali. Ha, infine, sottolineato l’importanza “della libertà educativa e della meritocrazia nelle scuole” difendendo gli istituti paritari e sollecitato “la protezione delle identità culturali europee” senza risparmiare una decisa critica alle politiche migratorie in ambito comunitario.

Pontida e il futuro del governo
Precisando dal palco di Pontida che “il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha lavorato per la coalizione e per l’Italia da Lampedusa” (dove ha incontrato la presidente della Commisione Ue Ursula von der Leyen), Salvini ha concluso il suo intervento sottolineando che la Lega si impegna per un “governo duraturo” invitando tutti a lavorare insieme per affrontare le sfide che l’Europa sta affrontando. Ha promesso che la Lega userà “tutti i mezzi democratici e tecnologici a disposizione per fermare un’invasione disastrosa per il continente”.

La Pontida delle autonomie
Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha parlato dell’autonomia regionale e del ricordo di Roberto Maroni, elogiando il lavoro di Umberto Bossi e il contributo di Matteo Salvini alla crescita della Lega. Ha sottolineato l’importanza delle prossime elezioni europee e la necessità di una “Lega forte per influenzare il futuro del Paese”. Infine, il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Roberto Calderoli ha espresso la sua gratitudine per essere stato parte di “questa incredibile avventura politica”. Ha sottolineato l’importanza dell’Autonomia e la sua determinazione nel risolvere le questioni regionali. Ha anche parlato dei suoi obiettivi per il futuro e della necessità di perseverare nella lotta per un’Italia migliore.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lo smog prosegue imperterrito, le misure pure: si pensa di implementarle adeguando ulteriormente le politiche...
Una delle due nuove vasche nel progetto al posto della palestra: le opposizioni chiedono un...
Le quasi 268 contravvenzioni al giorno nel 2023 per accessi non consentiti inducono l'amministrazione comunale...
Quarta per la lotta all'evasione ma prima per efficienza pro capite: il contrasto all'evasione premia...
Bergamo Tomorrow